Pensioni, la proposta della Lega per ripopolare il sud

L'emendamento alla manovra prevederebbe tasse del 7 per cento e per cinque anni per coloro che scelgono di trasferirsi nel sud Italia

Una proposta per i pensionati che hanno deciso di trascorrere gli anni del riposo fuori dall’Italia, arriva dalla Lega con un emendamento alla manovra.

Nello specifico il progetto prevederebbe di introdurre una tassa fissa, al sette per cento per i pensionati esteri che vorranno andare a vivere nei centri del Sud Italia. La regole di base è quella di trasferire la propria residenza fisica in Italia e non in luoghi scelti a caso, ma ben precisi. Nello specifico in comuni che si trovino nelle seguenti regioni: Sicilia, Calabria, Sardegna, Campania, Basilicata, Abruzzo, Molise e Puglia. Altro dettaglio importante è che le location scelte come buen retiro abbiano una popolazione inferiore ai 20mila abitanti.

I redditi possono essere esteri, ma anche di italiani che precedentemente hanno scelto trascorrere all’estero gli anni della pensione. La tassa sarebbe forfettaria e ammonterebbe al 7 per cento. Un incentivo che avrebbe una durata di cinque anni e indirizzato solo a coloro che nei cinque anni precedenti alla richiesta non hanno avuto la residenza in Italia.

La proposta per la manovra porta la firma del senatore leghista Alberto Bagnai e mira a ripopolare alcune aree del Sud Italia, con un occhio attento in particolare ai centri più piccoli.

Non è la prima volta che si sente parlare di una proposta simile che porterebbe il Mezzogiorno a diventare il “Portogallo italiano” ovvero un’area appetibile per quei pensionati che decidono di trasferire la propria residenza in zone del mondo con incentivi, servizi creati ad hoc e, naturalmente, tasse più basse.

E se l’emendamento dovesse essere approvato gli introiti derivati da questa operazione potrebbero essere indirizzati al settore dell’istruzione e in particolare alla creazione di poli universitari nel Sud Italia.

Il Sud che spesso vede la gente emigrare alla ricerca di fortuna in altre zone, così assisterebbe a un aumento della propria popolazione, ma anche all’arrivo di persone che per vivere dovranno spendere soldi sul territorio. Tutto questo potrebbe portare ricadute positive a questo territorio della nostra Penisola.

In tutto il mondo vi sono numerose aree che puntano ad attirare i residenti pensionati: è cosa risaputa che un numero sempre più crescente di anziani scelga di trasferirsi in location che presentino condizioni fiscali migliori. Tra questi, ad esempio, vi sono Bulgaria, Canarie e Portagallo. E, se l’emendamento della Lega verrà approvato, all’elenco potrebbe aggiungersi anche il Sud Italia.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pensioni, la proposta della Lega per ripopolare il sud