Pensione anticipata con taglio del 3%: la nuova proposta

La proposta che può cambiare l'uscita dal lavoro e la riforma. Un taglio del 3%, solo sulla parte retributiva della pensione, per ogni anno di anticipo rispetto a quelli previsti per la pensione di vecchiaia

Il tavolo sulla riforma del sistema previdenziale è fermo a causa dello stop imposto dall’elezione del presidente della Repubblica, ma sotto traccia si continua a lavorare per trovare un punto d’approdo condiviso.

Con l’addio a Quota 100, da quest’anno per andare in pensione anticipatamente si deve avere Quota 102: ovvero almeno 64 anni di età e 38 di contributi. Intanto però emerge una nuova proposta per la pensione anticipata: un taglio del 3%, solo sulla parte retributiva della pensione, per ogni anno di anticipo rispetto a quelli previsti per la pensione di vecchiaia.

Registrati per continuare a leggere GRATIS questo contenuto