I migliori siti per trovare lavoro online

Oggi internet offre varie opportunità per chi cerca occupazione. Una panoramica dei migliori siti per trovare lavoro sul web.

Foto di QuiFinanza

QuiFinanza

Redazione

QuiFinanza, il canale verticale di Italiaonline dedicato al mondo dell’economia e della finanza: il sito di riferimento e di approfondimento per risparmiatori, professionisti e PMI.

Oggigiorno le potenzialità del web sono note davvero a tutti, sia tra i giovani che tra i meno giovani. E anche per cercare – e trovare – lavoro, internet si rivela uno strumento quasi indispensabile. Oltre al vecchio CV cartaceo da consegnare di persona presso attività commerciali, studi o aziende, vi sono infatti non pochi siti che consentono di caricare il proprio curriculum, compilare la scheda personale e candidarsi alle offerte di lavoro pubblicate in essi.

Sicuramente si tratta di un metodo facile e veloce per ottimizzare il tempo, quando si sta cercando una nuova occupazione, ma a quali siti rivolgersi per tale ricerca? Quali sono quelli che garantiscono le maggiori chance di trovare l’occupazione desiderata?

Certamente, tra le migliaia di canali online, è bene effettuare ricerche su siti affidabili per cercare lavoro e ridurre al minimo la possibilità di imbattersi in false offerte, o richieste non pertinenti alla mansione per cui si è inviata la candidatura.

Scopriamo allora i migliori siti per trovare lavoro online.

Cercare lavoro online, i 3 fattori chiave

Il mondo del web offre una rosa pressoché infinita di siti per cercare lavoro, che abbracciano la richiesta di tutti i potenziali utenti. Dal neolaureato in cerca di assunzione tramite uno stage di formazione retribuito al lavoratore adulto, passando per modalità di lavoro occasionale tra cui le seconde attività, part-time o lavoro a chiamata. Ce n’è davvero per tutti i gusti.

Le offerte pubblicate – e i relativi siti in cui si trovano – hanno tuttavia una soglia di apprezzamento variabile per distinti fattori, tra cui in particolare:

  • il grado di accessibilità, vale a dire la facilità di navigazione sul singolo sito. Essa dipende da come sono organizzati i contenuti, dall’interfaccia utente, dagli strumenti di ricerca e dall’intuitività con cui è possibile muoversi nelle varie aree
  • il senso di fiducia trasmesso dal sito stesso, ossia il suo indice di popolarità e la mole di utilizzo giornaliera. Tale fattore si lega all’effettivo numero di offerte di lavoro pubblicate, che sono infatti specchio della buona fama del sito stesso
  • la percentuale effettiva di successo nel raggiungere il proprio obiettivo. Un buon sito web per la ricerca del lavoro si distingue per il gran numero di coloro che, grazie ad esso, riescono a trovare un’occupazione.

Ogni persona in cerca di lavoro online, inoltre, farà bene a ricercare e leggere recensioni e feedback degli utenti, all’interno dei siti web che si occupano di raccoglierne (ad es. Trustpilot). Questo permetterà di avere conferma della bontà e della popolarità di un certo sito web, mirato a favorire l’incontro tra domanda ed offerta di lavoro.

Jobrapido, chiaro ed efficace

Un motore di ricerca è accessibile se permette all’utente di ricavare le informazioni in modo semplice e veloce, muovendosi da una parte del sito all’altra con disinvoltura e estrema velocità, per ottimizzare il tempo a disposizione e non perdersi tra una pagina e l’altra.

Ciò presuppone l’utilizzo di un template adeguato e di un carattere di scrittura (la cosiddetta font) chiaro e che dovrà invitare alla lettura. Ne sa qualcosa Jobrapido, che si piazza ai primi posti delle classifiche delle offerte di lavoro online, grazie alla sua estrema facilità di utilizzo. Il sito è assai conosciuto e quindi stiamo parlando di una realtà già ben consolidata nel mondo del web.

La home page invita l’utente ad inserire solo 2 informazioni per raggiungere l’obiettivo, vale a dire il tipo di lavoro e il luogo. Senza neanche doversi registrare – e quindi con uno step in meno per il candidato o la candidata – è sufficiente servirsi dell’opportuno campo di ricerca, per navigare tra le centinaia di offerte.

Le occupazioni vengono mostrate indicando il posto di lavoro e l’azienda offerente – basta cliccare su schermo e si ha il dettaglio. Inoltre, per ogni proposta c’è la facoltà, cliccando sull’icona del cuore, di archiviarla tra i preferiti per creare una lista personalizzata in base a quelle che sono le proprie esigenze personali e di lavoro. Jobrapido è diffuso in Europa, America ed Asia. Perciò anche per chi vive in Italia è un ottimo canale per trovare lavoro online.

Monster, l’importanza della consulenza

Fondato nel 1994 e con sede principale a Weston, (Massachusetts -Stati Uniti), si ritaglia un’ottima posizione come sito per la ricerca del lavoro. Sicuramente anche Monster è tra i più conosciuti ed apprezzati, anche in Italia.

Lo spazio web accompagna l’utente nella sezione denominata “Consigli di carriera”, in cui si possono trovare suggerimenti vari tra cui ad esempio come affrontare il colloquio di selezione e strategie utili al raggiungimento dell’obiettivo contratto di lavoro.

Come vari altri siti per trovare lavoro online, Monster è diviso in più parti. In una sezione si trovano gli annunci, mentre in un’altra si invita al caricamento del curriculum vitae (scopri qui come evitare errori nella compilazione). Ma non solo. Grazie ad esso è possibile altresì consultare profili aziendali, cercare annunci in tutto il pianeta e chiedere assistenza in caso di difficoltà.

Il servizio d’assistenza è un elemento da non sottovalutare in portali come questi dove si richiede precisione e affidabilità per il tipo di ricerca. Monster si configura come una rete a specchio accogliendo un’altra sezione – quella dedicata alle aziende – in cui si rivolge direttamente ai potenziali datori di lavoro che vogliono servirsi della piattaforma, per trovare candidati.

Il sito permette altresì di rendere pubblico il proprio profilo e di impostare le proprie preferenze, inserendo i diversi filtri. Oggi è presente anche in app per smartphone.

Indeed, un grande raccoglitore dal semplice utilizzo

Praticamente impossibile non menzionarlo. Si tratta infatti di un motore di ricerca semplice ma dal grande potenziale perché passa in rassegna tutti i vari portali che consentono di inserire e cercare offerte di lavoro.

Come altri siti della categoria (ad es. il citato Jobrapido), si può navigare su Indeed anche senza effettuare la registrazione. E questo semplifica ulteriormente le attività del candidato o della candidata, che vuole cercare – e trovare – lavoro online.

Se si desidera, si può sfruttare l’apposito filtro di ricerca collocato sulla sinistra, in modo tale da visionare solo gli annunci di lavoro rispondenti a specifiche caratteristiche. Per alcune proposte compare “Continua e candidati”, dove una volta cliccato si è riportati sul loro sito web, mentre per altre la voce “Candidati facilmente” è collegata ad un modulo da compilare con i propri dati personali compresa l’email; il tutto da integrare con il proprio curriculum vitae e la lettera di presentazione.

Infojobs e le sue migliaia di aziende

Invita sia le aziende sia il singolo candidato, dando l’opportunità di creare il proprio profilo in base allo status. Anche questo sito è tuttora uno dei big del settore per numero di offerte di lavoro e per indice di popolarità.

Nato in terra spagnola, Infojobs è attivo in Italia dal 2004, perciò sono più di vent’anni che la piattaforma si distingue nell’intermediazione tra domanda e offerta di lavoro. In uno spazio web così ampliamente acclamato non potrebbe di certo mancare la ricerca con filtro per selezionare ad esempio la città e la categoria professionale fino a dettagli specifici.

Una funzionalità assai gradita è quella che permette all’utente di vedere se l’azienda ha preso visione del proprio curriculum oppure no. Inoltre, Infojobs è sensibile alla questione sulla privacy, dando facoltà di scegliere o meno se rendere visibile il profilo alle aziende. Se non si è in casa, tramite smartphone si può scaricare l’app gratuita adatta ai sistemi operativi iOS e Android.

Bakeca e il rapporto con gli utenti

Si configura come uno dei siti più visitati anche Bakeca che, dal 2005, anno di lancio, ha lavorato per migliorare sempre di più l’esperienza di navigazione. Un portale fatto innanzitutto di persone, basti pensare che nacque da un’idea di studenti universitari per far fronte alle spese di routine, ed aiutarsi reciprocamente nel trovare il migliore affare. Accoglie infatti da sempre non solo offerte lavorative, ma risponde all’esigenza di tutti coloro che possiedono un budget ridotto e sono alla ricerca di un appartamento, mobili o oggetti usati.

Bakeca è un portale eclettico perché mostra offerte di acquisto, vendita, oltre che una ricchissima sezione lavoro. La registrazione è necessaria solo se si ha intenzione di creare un proprio annuncio – mentre per la sola candidatura non è necessario. I grandi portali come questo, per poter esser definiti affidabili, hanno dietro un’equipe che opera costantemente sull’effettiva autenticità degli annunci pubblicati.

Naturalmente, per pubblicare la propria inserzione, si deve rispettare il regolamento del sito come in tutti gli altri casi. La peculiarità di Bakeka sta nell’affidarsi al passaparola, spostandosi anche individualmente in città e università per avere un confronto diretto con il giovane pubblico che è probabilmente quello che ha contribuito maggiormente al suo sviluppo.

Una scelta che ha testimoniato ottimi risultati, in termini di fidelizzazione e numero di accessi. Oggi infatti Bakeca è uno dei siti maggiormente usati per trovare lavoro online.

Subito, una delle aziende italiane più apprezzate

Anche Subito si è dato molto da fare dal 2007 per farsi conoscere da una platea così vasta. Si tratta di un sito per trovare lavoro online nato a Milano, che spicca per gli annunci di lavoro facilmente selezionabili assieme ad acquisti e vendita (un po’ come fa Bakeca).

I settori di motori, market, immobili e lavoro si mostrano particolarmente facili da navigare. A facilitare l’utente interviene anche la suddivisione delle categorie elencate, con ulteriori sottocategorie. Così alla voce lavoro si troverà ad esempio “Offerte di lavoro”, “Servizi”, “Candidati in cerca di lavoro”, “Attrezzature di lavoro” e “Tutto lavoro”. La navigazione è facile e intuitiva e una volta usato la prima volta, diverrà un punto di riferimento fisso per trovare lavoro online.

Subito viene incontro alle richieste di privati come di aziende, ha una propria app e permette di creare un profilo ad hoc. In poche parole racchiude in un’unica consolidata struttura, le principali caratteristiche dei migliori siti con offerte di lavoro.

Inoltre, la newsletter – come per tutti gli altri motori di ricerca – permette di fidelizzare l’utente, che periodicamente riceverà delle mail con gli aggiornamenti richiesti.

LinkedIn per gli amanti dei social

Si presenta con delle funzionalità più specifiche e richiede la presenza online e il costante aggiornamento per sfruttare al meglio il suo potenziale. LinkedIn è un portale online gratuito con dei servizi integrali a pagamento, che facilita il contatto tra aziende e futuri impiegati, tramite una piattaforma interattiva nutrita dalla condivisione e diffusione di contenuti relativi al mercato del lavoro.

Il profilo, curato ad aggiornato, permette di presentarsi non solo tramite CV online, ma anche attraverso i post pubblicati e i traguardi raggiunti nel corso del percorso formativo e professionale. Fondamentale è condividere ed accettare le richieste di collegamento, per essere in rete con più persone possibile ed aumentare le chance di trovare lavoro online.

La sezione “Cerca offerte di lavoro” permette di filtrare anche in base alla data di pubblicazione, il livello di esperienza e il tipo di lavoro. Una volta vagliato l’annuncio, ci si può candidare sul sito web dell’azienda. Utile è altresì la voce “Cerca altre offerte di lavoro come questa” che permette di valutare eventuali offerte di lavoro simili.

Trovolavoro, il portale eclettico

Infine, un sito web per trovare lavoro che nel corso degli anni si è costruito un buon indice di credibilità e affidabilità. Stiamo parlando del portale di annunci di lavoro del Corriere della Sera, Trovolavoro. L’iscrizione, gratuita, permette di spaziare agilmente su diverse sezioni.

Oltre a raccogliere una miriade di opportunità per il futuro lavoratore, si possono consultare informazioni su master, corsi e quant’altro, il tutto affiancato da uno sportello virtuale di aiuto in caso di difficoltà nella compilazione.

Tramite la funzionalità di job alert si attivano le notifiche desiderate una volta a settimana. È possibile anche ricevere le offerte su misura, a cui legare curriculum e lettera di presentazione. Concludendo, anche Trovolavoro si dimostra dunque un motore di ricerca eclettico e degno di considerazione, presentando offerte per diplomati, laureati e neolaureati alla ricerca di uno stage. Anche per le aziende c’è uno spazio ad hoc, per una migliore intermediazione domanda-offerta.