La TV cambia ancora: dal 10 gennaio addio a 5 canali Mediaset

I canali di Mediaset Premium dedicati a film e serie TV sono stati cancellati da tutte le piattaforme

Da ieri mattina 5 canali sono spariti dalla nostra televisione. Dopo 17 anni i canali Mediaset Premium non saranno più visibili su Sky, ma non saranno trasmessi neanche sul digitale terrestre né in streaming via internet. Si tratta di una delle conseguenze del mancato rinnovo dell’accordo tra la piattaforma dek Biscione e l’emittenti satellitare, effetto della rivoluzione TV del nuovo standard tecnologico DVB-T2 che prevede lo switch-off definitivo atteso per il 2023.

La TV cambia ancora: quali sono i 5 canali Premium cancellati

In attesa dell’arrivo della nuova era del digitale terrestre, le reti televisive pubbliche e private si stanno preparando alla trasformazione della TV, spostando, riprogrammando e in alcuni casi cancellando alcuni canali.

È il caso dell’esperienza di Mediaset Premium, la piattaforma nata come pay-per-view nel 2005 per trasmettere le partite del campionato di calcio di Serie A, allargando negli anni la propria offerta con l’apertura dei palinsesti dedicati al Cinema, sulla quale cala il sipario.

Sono, infatti, i 5 storici canali Premium dedicati ai film e alle serie TV ad essere chiusi definitivamente:

  • Premium Cinema 1
  • Premium Cinema 2
  • Premium Cinema 3
  • Premium Crime
  • Premium Stories

A partire dal 10 gennaio non sono più trasmessi su Sky, né via satellite né senza parabola, con la semplice connessione Internet attraverso Sky Q e tutti i contenuti registrati dagli utenti fino ad ora verranno cancellati dai decoder di Sky.

Gli stessi canali sono scomparsi anche dal digitale terrestre, dal quale sono state cancellate le rispettive numerazioni di riferimento LCN 313, 315, 316, 460 e 317 e spariranno inoltre dalla piattaforma online a pagamento Infinity+ di Mediaset.

La TV cambia ancora: i canali Sky cancellati dal digitale terrestre

L’eliminazione dell’offerta Premium dal satellitare rappresenta solo una parte degli effetti del mancato rinnovo tra Mediaset e il colosso televisivo di Rupert Murdoch. Dall’altro lato, in conseguenza della cessazione dell’accordo tra le due emittenti, a partire dall’1 aprile 2022, anche i canali Sky saranno cancellati dal digitale terrestre (qui per sapere come vedere SkyTG24, Cielo e TV8), dove erano sbarcati proprio grazie all’intesa con il Biscione (qui abbiamo parlato dell’addio ai canali Sky e mediaset).

Per rimediare il colosso televisivo ha previsto il dirottamento dei canali sul nuovo decoder “Sky Q via Internet” grazie al quale sarà possibile vedere di Sky TV, Sky Calcio e Sky Sport in HD in diretta e altri contenuti on demand.

Sulla decisione di rinunciare alla programmazione di Sky ha influito la necessità di fare spazio per la riassegnazione delle frequenze col cosiddetto “refarming”: lo spostamento graduale delle frequenze televisive nella banda sub 700 per liberare quella a 700 Mhz e fare posto alla tecnologia 5G (avevamo scritto qui del calendario e su cosa fare rispetto al cambiamento delle frequenze mentre qui abbiamo parlato delle reti oscurate da marzo).

La risintonizzazione, già iniziata in diverse parti d’Italia arriverà nel corso del 2022 e nella maggior parte dei casi sarà automatica(a meno che il proprio televisore non richieda un intervento manuale), ma avverrà in progressione numerica, per cui sarà necessario riprogrammare i canali in corrispondenza dei tasti sul telecomando, a seconda delle nostre preferenze (qui abbiamo scritto dello sconto per la rottamazione della TV).

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La TV cambia ancora: dal 10 gennaio addio a 5 canali Mediaset