Banca Carige chiude per sempre: “Cambiamento epocale”. Cosa cambia

Le ultime fasi dell'operazione di fusione tra la storica banca ligure e il gruppo Bper con le indicazioni ai correntisti interessati nel passaggio

L’accorpamento di banca Carige dentro il gruppo Bper è ormai ufficiale e riguarderà in questi giorni il passaggio di quasi 800mila correntisti sotto l’insegna del gruppo modenese. La “fusione per incorporazione” tra i due istituti si completerà entro i prossimi sette giorni senza particolari contrattempi per gli utenti a parte qualche piccolo disagio a causa del blocco di due giorni degli sportelli Bancomat.

Banca Carige chiude per sempre: la fusione con Bper

L’operazione segnerà la scomparsa come istituto indipendente della banca ligure, erede del Monte di Pietà fondato nel Quattrocento dal francescano Angelo da Chivasso, una delle più antiche del mondo.

Le ultime tappe sono state illustrate dall’ad di Bper, Piero Montani, e dal direttore generale di Carige, Matteo Bigarelli in una lettera inviata ai clienti a inizio novembre (qui avevamo già parlato dell’addio della storica banca italiana).

Lunedì 28 novembre 2022 Banca Carige diventerà Bper Banca – si legge – I principali cambiamenti in sintesi saranno la modifica del numero di conto e dell’iban per tutti i correntisti e la modifica del servizio di internet banking e corporate banking”

“Il passaggio alle nuove coordinate avverrà in automatico e i correntisti potranno continuare ad usare gli assegni, le carte di debito e le carte di credito collegate al loro conto. Le disposizioni di incasso, come l’accredito di stipendi e pensioni, e le disposizioni permanenti di pagamento in essere, come le utenze domiciliate, verranno automaticamente imputate alle nuove coordinate” scrivono Bigarelli e Montani, che di Carige è stato amministratore delegato dal 2013 al 2016.

Siamo consapevoli della portata di questo cambiamento e degli effetti che esso può comportare nella relazione dei clienti con la banca” è la conclusione della lettera nella quale si rimandano al sito ulteriore informazioni.

Banca Carige chiude per sempre: cosa cambia per i correntisti

Sul sito della banca si trovano poi tutti i punti principali del passaggio che riguardano i correntisti.

Le fasi finali dell’operazione saranno completate nel fine settimana del 26 e 27 novembre, ma gli sportelli Atm delle filiali Carige saranno fuori servizio dalle 23.45 del 23 novembre fino alla tarda mattinata del 25. Venerdì prossimo le sedi della banca ligure chiuderanno alle 11.30, le casse continue saranno chiuse fino a lunedì 28 (qui avevamo scritto a proposito della chiusura di 600 sportelli di Bper in tutta Italia con tagli al personale).

Da questa data, per usufruire del servizio di versamento sarà necessario richiedere una nuova carta Bper dedicata, rivolgendosi alla propria filiale. La carta di credito potrà essere ancora utilizzata ma solo fino alla data di scadenza riportata.

Carige Online non sarà più disponibile ma, a partire dal 28 novembre si potrà utilizzare il servizio di Bper Banca Smart Web, sia da Pc che da App, richiedendo online le nuove credenziali di accesso

Nella lettera ricevuta dai clienti di Carige si trova il nuovo codice Iban che cambierà dal 28 novembre, che si potrà recuperare anche attraverso il servizio di internet banking oppure recandosi in filiale, così come anche il numero di conto corrente, corrispondente alle ultime cifre del nuovo Iban.

Sia i bonifici ricorrenti, sia l’accredito dello stipendio e della pensione saranno trasferiti in automatico sul nuovo Iban.

I pagamenti automatici autorizzati, come le utenze luce e gas, restano validi allo stesso modo dei i finanziamenti che rimangono efficaci fino alla naturale scadenza del contratto e del mandato Sdd riconducibile al Telepass che sarà trasferito automaticamente sulle nuove coordinate. Per ognuna di queste operazioni la banca suggerisce comunque di comunicare il nuovo Iban ai creditori per tutti gli addebiti autorizzati sul conto.