Manager di una società da 65 mld molla tutto e fugge in spiaggia

L'amministratore delegato Andrew Formica ha deciso di lasciare una società da 65 miliardi di euro, cambiare Paese e vivere su una spiaggia

Foto di QuiFinanza

QuiFinanza

Redazione

QuiFinanza, il canale verticale di Italiaonline dedicato al mondo dell’economia e della finanza: il sito di riferimento e di approfondimento per risparmiatori, professionisti e PMI.

Anche con guadagni stellari e con una carriera invidiabile può accadere di sognare un’altra vita. Magari su una spiaggia paradisiaca dall’altra parte del mondo. Più o meno è quello che ha detto il manager Andrew Formica a Bloomberg. Il 51enne ha deciso di lasciare la Jupiter Fund Management Plc, un fondo di investimenti con sede a Londra che vale quasi quasi 68 miliardi di dollari – oltre 65 miliardi di euro.

Chi è Andrew Formica e cosa ha dichiarato sul suo futuro

Andrew Formica ricopre attualmente il ruolo di amministratore delegato e direttore della compagnia. Dopo tre anni ha deciso di consegnare le dimissioni, che saranno effettive tra qualche mese. Poi sarà sostituito da un altro big del fondo di investimenti inglese.

Dopo 30 anni passati in Gran Bretagna, con ruoli manageriali importanti nel mondo finanziario. Prima di entrare in Jupiter, aveva infatti ricoperto il ruolo di ceo anche alla Henderson Global Investors e poi alla Janus Henderson, dopo la fusione con Janus Capital, il 51enne ha deciso di tornare a casa.

Quello che è stato a lungo uno dei volti e dei nomi più conosciuti a livello globale, almeno nel settore degli investimenti, ha infatti deciso di tornare nella sua Australia. Per stare vicino ai suoi genitori anziani e per “andare in spiaggia per sedermi e non far niente”, come ha dichiarato a Bloomberg. “Non penso ad altro”, ha aggiunto.

Jupiter Fund in perdita: malagestione del ceo dimissionario?

Andrew Formica lascerà i suoi ruoli all’interno della Jupiter Fund Management tra alcuni mesi, il 1° ottobre. Al suo posto arriverà Matthew Beesley, attuale direttore degli investimenti della compagnia da gennaio 2022 dopo aver ricoperto la stessa posizione dentro la Artemis Investment Management, che diventerà il nuovo ceo.

Le malelingue però ritengono che dietro il gesto di Andrew Formica e il cambio al vertice della società di investimenti si celi il fallimento dell’amministratore delegato e dei vertici nel contenere le perdite di Jupiter, i cui clienti hanno ritirato ingenti quantità di denaro per quattro anni di fila.

Solo nei primi tre mesi del 2022 gli investitori hanno causato un nuovo squarcio nelle tasche aziendali da 1,6 miliardi di sterline, circa 1,8 miliardi di euro. E il consiglio di amministrazione avrebbe valutato l’assunzione di esperti esterni, senza però avere particolare successo.

Ma a difesa di Andrew Formica è arrivato proprio il suo successore. Matthew Beesley, in un’intervista telefonica, ha dichiarato che non cambierà la strategia del fondo. Anche se non renderà noti totalmente i suoi piani fintanto che non diventerà ufficialmente il nuovo ceo della Jupiter Fund Management.

Insomma, il 51enne probabilmente non è stato fatto fuori per sue eventuali incapacità, e parrebbe anzi che il suo lavoro sia stato molto apprezzato. Ma probabilmente dirigere una nave ormai alla deriva è stata un’esperienza così stressante per il milionario da rendere necessaria una pensione anticipata. E la quiete di una spiaggia australiana vicino a casa e lontanissima da Londra.

E mentre Andrew Formica cerca la sua spiaggia del cuore in Australia, noi possiamo consolarci con le spiagge più belle d’Europa (e d’Italia). Qua la lista. Ma attenzione ai rincari sotto l’ombrellone di cui vi abbiamo parlato qui.

Non è la prima volta che vi raccontiamo di un caso strano nel mondo degli affari. Qua la storia straordinaria dell’italiano che ha scoperto di essere miliardario a 87 anni.