Con lo smartphone siamo tutti ‘tracciabili’. Ecco come evitarlo

Alcuni semplici consigli per mantenere un minimo di privacy


Che l’utilizzo dello smartphone e la privacy siano in netto conflitto è un dato di fatto. Edward Snowden, l’ex agente Usa rifugiatosi in Russia nel 2013, ha già spiegato alla BBC quanto possa essere facile per le agenzie di intelligence ‘spiare’ ciascuno di noi proprio grazie ai device. Esistono comunque alcuni semplici accorgimenti che ci permettono, se non altro, di evitare che la nostra posizione geografica sia continuamente tracciata. Vediamo di seguito come impostare le opzioni di privacy, sia per quanto riguarda i-Phone che Android, per evitare di lasciare traccia di tutti i nostri movimenti.

I PHONE

Prima operazione: Da ‘impostazioni’ selezionare la voce ‘Privacy’

 

iphone-01

Seconda operazione: si va su ‘Localizzazione’

iphone-02

Di lì si accede alla schermata ‘Servizi di sistema’

iphone-03

Selezionare l’opzione ‘Posizioni frequenti’

iphone-04

Scegliere se consentire o meno al device di conoscere i luoghi visitati

iphone-05

ANDROID

Prima operazione: andare sulla barra delle impostazioni e, con la rotellina evidenziata, aprire il menu

 

android-1

Dal menu scegliere l’opzione ‘posizione’

 

android-2

Cliccando su ‘Posizione’ si apre la schermata in cui appare la ‘Cronologia delle posizioni’ legata a Google

 

android-3

Da ‘Cronologia delle posizioni’ scegliere l’opzione ‘Non attiva’

 

android-4

Piaciuta questa storia? Partecipa alla discussione e condividila con gli amici!

Leggi anche:
Snowden: “Così l’Intelligence spia i vostri smartphone”
WhatsApp: come capire se qualcuno spia la tua conversazione
Hackerata azienda che vende sistemi-spia
Attenzione a ‘Slave’, nuova minaccia per i conti correnti
Truffe, hacker e prelievi sul conto online: come difendersi
Gli hacker che svaligiano le banche senza toccare i soldi dei clienti

 

 

Con lo smartphone siamo tutti ‘tracciabili’. Ecco come evitarlo
Con lo smartphone siamo tutti ‘tracciabili’. Ecco come&nbs...