Bonus vacanze, dall’Agenzia delle entrate la guida alla cessione del credito

Le istruzioni passo passo per visualizzare i crediti d’imposta maturati e per la cessione del bonus vacanze da 150 a 500 euro

Arriva dall’Agenzia delle Entrate una brochure illustrativa per le imprese e strutture turistiche che hanno accettato il bonus vacanze. Nella guida (consultabile qui) sono contenute le istruzioni passo per passo, sia per visualizzare i crediti d’imposta maturati che per la cessione del bonus vacanze da 150 a 500 euro, che ricordiamo può essere speso entro fine 2020 presso le strutture aderenti, per chi ha un Isee fino a 40mila euro.

Bonus vacanze, come funziona la cessione credito: le istruzioni

Sarà tramite la “Piattaforma Cessione Crediti” disponibile sul portale dell’Agenzia delle Entrate che le strutture ricettive che hanno accettato il bonus vacanze potranno visualizzare i crediti maturati e gestire la cessione a soggetti terzi.
Le strutture ricettive non sono obbligate ad accettare il bonus vacanze, ma per quelle che aderiscono all’iniziativa gli sconti d’imposta maturati, da utilizzare in compensazione o trasferire a soggetti terzi, banche comprese, saranno visionabili dal giorno lavorativo successivo alla registrazione dell’operazione.

Il percorso da seguire è il seguente:
La mia scrivania / Servizi per / Comunicare / “Piattaforma Cessione Crediti”
Sulla stessa Piattaforma la struttura ricettiva potrà anche:

  • monitorare i propri crediti, visionando oltre a quelli del bonus vacanze anche eventuali altri crediti d’imposta cedibili di cui risulti beneficiaria originaria, ovvero cessionaria;
  • cedere i crediti;
  • accettare i crediti;
  • visionare la lista dei movimenti effettuati.

Bonus vacanze 2020: cessione del credito passo per passo

Sarà la sezione “Cessione crediti” quella da utilizzare al fine di trasferire il bonus vacanze ad altri soggetti. L’Agenzia delle Entrate spiega che in quest’area sono visibili i crediti di cui l’utente è titolare, non utilizzati in compensazione, per i quali è possibile quindi optare per la cessione a soggetti terzi.
Per ogni riga, spuntando la relativa casella, è possibile indicare:

  • l’importo del credito ceduto (che viene precompilato con l’importo massimo del credito cedibile, ma può anche essere indicato in misura inferiore);
  • il codice fiscale del cessionario.

Tramite questa funzione è possibile cedere il Bonus vacanze a soggetti terzi, come ad esempio banche o fornitori. Per proseguire con la cessione, è necessario spuntare la casella in fondo alla pagina e cliccare sul pulsante “Cedi crediti selezionati” e confermare di voler proseguire con le operazioni, cliccando il pulsante nella finestra di dialogo che apparirà.
Infine, per la conferma definitiva della cessione, bisognerà cliccare sul pulsante “Cedi” ed inserire il proprio codice Pin (tranne nei casi di accesso tramite Spid).
A questo punto il cessionario potrà accettare o rifiutare il credito. Il fornitore o la banca a cui è stato ceduto il bonus vacanze potrà visualizzare il relativo importo sulla propria Piattaforma e avrà la certezza di essere diventato/a titolare del credito; eventualmente, tale soggetto potrà ulteriormente cedere il bonus vacanze ad altri soggetti, utilizzando la medesima procedura sopra descritta.
Il bonus vacanze accettato potrà essere utilizzato sin da subito, utilizzando il modello F24 ed indicando il codice tributo istituito dall’Agenzia delle Entrate.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus vacanze, dall’Agenzia delle entrate la guida alla cessione...