Digitale terrestre, switch off l’8 marzo: cosa cambia e cosa fare

Digitale terrestre, dall'8 marzo le emittenti nazionali passeranno in HD e chi non avrà una tv di nuova generazione potrà vederli solo fino a fine 2022

Mancano pochi giorni al primo switch off vero e proprio del digitale terrestre: a partire dall’8 marzo tutti i canali televisivi delle emittenti nazionali saranno visibili in alta definizione. Parliamo ad esempio delle reti Rai, Mediaset e La7 che saranno trasmesse soltanto in HD e per vederle sarà necessario una tv di nuova generazione.

Chi ha a disposizione una tv o un decoder di ultima generazione non avrà nulla di che preoccuparsi. Bisognerà risintonizzare la propria tv o il decoder per continuare a guardare i programmi preferiti: i canali italiani trasmetteranno, a partire da quella data, in codifica mpeg-4, anche se qualcuno di questi continuerà ad avere un clone in mpeg-2 (chi non si è ancora adeguato al passaggio a DVB-T2 potrà farlo entro il 1 gennaio 2023).

Offerta

Digitale terrestre, cosa succede l’8 marzo

Dall’8 marzo 2022 sarà attivata in tutta Italia la codifica mpeg-4 per la trasmissione di tutti i programmi delle emittenti televisive nazionali. Come spiega il ministero dello Sviluppo economico, i canali che verranno trasmessi in mpeg-4 e visibili in alta qualità  saranno posizionati tra il numero 1 e 9 e dal numero 20 del telecomando. Ad esempio, il canale Rai 1 Hd, attualmente visibile al numero 501, sarà spostato al numero 1.

Allo stesso modo, Rai, Mediaset e La7 potranno continuare a trasmettere con la vecchia tecnologia Mpeg-2, ma soltanto fino al 31 dicembre 2022 e a una condizione: verranno spostati “su numeri di altri archi di numerazione disponibili”, come viene scritto nel decreto del ministero dello Sviluppo economico.

Digitale terrestre, come cambiano i canali dall’8 marzo

Ecco in sintesi cosa prevede il decreto del Mise sui cambiamenti per le emittenti televisive nazionali a partire dall’8 marzo 2021:

  • tutti i canali nazionali verranno trasmessi in alta definizione (Mpeg-4);
  • Rai 1, Rai 2, Rai 3, Rete 4, Canale 5, Italia 1, la 7, TV8, Nove e 20 Mediaset saranno trasmessi in alta definizione (Mpeg-4) sui numeri del telecomando da 1 a 9, e sul 20;
  • questi stessi canali (Rai 1, Rai 2, Rai 3, Rete 4, Canale 5, Italia 1, la 7, TV8, Nove e 20 Mediaset) saranno trasmessi anche nella vecchia tecnologia (Mpeg-2), ma in numeri del telecomando molto arretrati, probabilmente a partire dal numero 501.
Offerta

Digitale terrestre, cosa fare dall’8 marzo

Per visualizzare correttamente i canali con la nuova codifica è necessario avere un televisore o un decoder che supporti l’Hd, cioè l’alta definizione. È possibile verificare che tv o decoder siano compatibili provando a vedere i canali che attualmente sono già disponibili in alta qualità: ad esempio, il canale 501 per Raiuno Hd, 505 per Canale 5 Hd e 507 per La7 Hd.

Dall’8 marzo, è consigliato effettuare una risintonizzazione del decoder e della tv. Se, a seguito della risintonizzazione, la tv o il decoder non risultassero abilitati a ricevere il segnale con la nuova tecnologia, sarà necessario sostituirli utilizzando i bonus messi a disposizione dal Ministero dello sviluppo economico.

Offerta

News, approfondimenti, analisi e interviste: scopri il canale ufficiale Telegram di QuiFinanza e rimani aggiornato su tutte le ultime notizie