Fastweb compra Vodafone? Cosa cambia per i clienti di fisso e mobile

Secondo quanto riferito dall’agenzia Bloomberg, l’accordo tra Vodafone Italia e il gruppo elvetico Swisscom (affiliato di Fastweb) sarebbe a un passo

Foto di Federico Casanova

Federico Casanova

Giornalista politico-economico

Giornalista professionista specializzato in tematiche politiche, economiche e di cronaca giudiziaria. Organizza eventi, presentazioni e rassegne di incontri in tutta Italia.

A distanza di poche settimane dall’annuncio della vendita propria rete infrastrutturale al fondo americano KKR da parte di Telecom Italia Mobile (Tim), continuano a circolare voci sempre più insistenti in merito ad un’altra grande novità che potrebbe investire il mondo della telefonia nel nostro Paese. I protagonisti di questa vicenda sono niente meno che Vodafone – da sempre azienda leader del settore in Italia e nel mondo – e la multinazionale svizzera Swisscom, già presente nel nostro Paese da parecchio tempo con la sua società affiliata Fastweb.

Ebbene, secondo quanto riportato dai quotidiani e dalle agenzie di stampa, il colosso elvetico delle telecomunicazioni sarebbe in procinto di acquistare la filiale italiana di Vodafone con un investimento che non ha precedenti nella nostra storia recente. Molteplici indiscrezioni parlano di una trattativa già ben avviata, con la prospettiva di portare a termine l’operazione non oltre l’inizio della stagione estiva del prossimo anno.

Swisscom sta comprando Vodafone Italia? Cosa sta succedendo e cosa c’entra Fastweb

I primi a porre l’attenzione sulla questione sono stati gli americani del portale Bloomberg, che hanno usato parole inequivocabili, descrivendo l’interesse di Swisscom come “molto concreto” e i vertici di Vodafone Italia come “parecchio interessati all’affare“. Nonostante non sia ancora arrivata nessuna conferma ufficiale da parte dei vertici dei due gruppi coinvolti, sarebbe già arrivata la firma sull’accordo di Non Disclosure Agreement. Stiamo parlando di un primo passaggio di grande importanza nelle dinamiche della compravendita, in quanto consente alle due parti in causa di visionare i rispettivi documenti riservati, tra cui appunto la cifra messa sul piatto dal potenziale acquirente.

L’intento del gruppo Fastweb sarebbe quello di acquisire il pacchetto completo delle infrastrutture fisse e mobili di Vodafone Italia. Un blocco che detiene al suo interno ben 17 milioni di clienti attualmente presenti su tutto il nostro territorio nazionale. Un tesoretto che permetterebbe a Swisscom di lanciare la sfida proprio a Telecom Italia Mobile per la leadership del settore nel nostro Paese, con serie ricadute anche sui mercati internazionali e sui movimenti degli investitori in Borsa.

A quanto potrebbe ammontare l’offerta di Fastweb per acquistare Vodafone nel 2024

Ora però occorre parlare di cifre, anche se – bisogna ribadirlo – ancora nulla è trapelato da parte di presidenti e amministratori delegati delle due compagnie. Però alcune considerazioni è possibile farle, se non altro basandoci sui numeri della vendita di Tim al fondo statunitense KKR. Grazie ad un’offerta di poco superiore ai 22 miliardi di euro, il gruppo americano si è aggiudicato la rete fissa di Telecom Italia Mobile, dopo diversi rilanci presentati sostanzialmente nel corso dell’ultimo biennio. La base di partenza era molto più bassa, ma le trattative e i continui tira e molla hanno portato l’equilibrio su questo importo.

Non sappiamo a quanto ammonta l’offerta avanzata da Swisscom per le reti Vodafone. Lo scopriremo a breve, se quello che scrive Bloomberg troverà conferma. Intanto è bene ricordare che, appena lo scorso anno, la stessa Vodafone era stata oggetto di una trattativa con Iliad, altro gestore in grande crescita dal 2020 ad oggi. La proposta di acquisto da circa 11 miliardi di euro venne però rispedita al mittente, senza apparenti margini di trattativa. Un segnale su cui riflettere: per aver superato il primo scoglio della Non Disclosure Agreement, l’offerta di Fastweb per Vodafone deve per forza essere molto più corposa. Seguiranno aggiornamenti.