Stipendio record per errore: lascia il lavoro e sparisce

Dopo aver ricevuto uno stipendio corrispondente a 286 volte la sua busta paga ordinaria, il dipendente di una grossa azienda è fuggito

Foto di QuiFinanza

QuiFinanza

Redazione

QuiFinanza, il canale verticale di Italiaonline dedicato al mondo dell’economia e della finanza: il sito di riferimento e di approfondimento per risparmiatori, professionisti e PMI.

Un errore a troppi zeri, ben nove, avvenuto nell’area contabilità e risorse umane della Cial rischia di mettere in ginocchio il consorzio. Lo ha rivelato la stessa azienda, che ha sporto denuncia contro un suo lavoratore, che ora sembra essere sparito nel nulla. Dopo aver ricevuto uno stipendio di un valore di 286 volte quello spettante, di lui si sono perse le tracce. La vicenda è avvenuta all’inizio del mese scorso, ma è venuta fuori solo in questi giorni, scatenando i commenti del web.

Busta paga da 165,5 milioni di pesos: ne doveva ricevere 500 mila

La Cial, ovvero Consorcio Industrial de Alimentos, è un colosso dell’industria cilena, e possiede alcune delle più famose marche sudamericane. Tra queste anche San Jorge, La Preferida e Winter. Di proprietà di Alberto Kassis, è l’azienda di carne più grande del Paese.

Il 30 maggio un dipendente dell’ufficio del personale si è reso conto di aver compiuto un errore sul pagamento di uno stipendio. La cifra doveva essere quella di 500 mila pesos, circa 515 euro, ma la busta paga aveva un valore di nove cifre, quasi 165,5 milioni di pesos, oltre 170 mila euro. Una somma niente male, rapportata anche al costo della vita in Cile, piombata inaspettata nel conto bancario di un operatore.

Dopo aver visto il conto, è passato in banca e ha lasciato il Paese

Dagli uffici competenti è stato subito accertato l’errore e contattato il dipendente. Che, una volta informato di essere diventato improvvisamente milionario, ha promesso di restituire il denaro accreditato indebitamente e non corrispondente ad alcun servizio o straordinario.

Peccato che il giorno dopo non si sia presentato al lavoro, rendendosi irreperibile. A niente sono servite le numerose chiamate e i tentativi di contattarlo su WhatsApp. L’uomo è sparito e, secondo quanto riferito dalla Cial, sarebbe stato visto passare in banca prima di partire e lasciare il Paese intorno alle 11 del mattino.

La Cial ha denunciato il lavoratore pagato 286 volte il suo stipendio

Pochi giorni più tardi, il 2 giugno, è arrivata al Consorcio Industrial de Alimentos la lettera di dimissioni dell’uomo. Oltre al danno, la beffa. O magari l’esigenza di chiudere totalmente i rapporti con l’azienda. Che per un banale errore ha perso una grossa quantità di soldi. E che ora ha sporto denuncia contro l’ex dipendente, indagato per appropriazione indebita di denaro.

Questa del dipendente che è stato pagato ben 286 volte il valore del suo stipendio ordinario non è che l’ultima delle strane storie che arrivano da tutto il mondo e che riguardano eventi straordinari. Solo alcuni giorni fa vi abbiamo parlato qui del manager milionario che ha deciso di mollare tutto e fuggire in spiaggia, per riuscire finalmente a “non pensare a niente”.

Ma ha fatto scalpore anche la notizia dell’imprenditore italiano che a 87 anni ha scoperto sul giornale di essere diventato miliardario, come vi abbiamo raccontato qua. Proprio mentre nel nostro Paese si continua a discutere di salario minimo e tutele per i dipendenti, con datori di lavoro che propongono di lavorare con orari full time con tanto di straordinario per soli 280 euro al mese, come denunciato in questo articolo.