Bufera sul bar dell’Agenzia delle Entrate: ecco cosa fa

Non si placa la polemica del bar dell'Agenzia delle Entrate, che non fa scontrini dal 2018: le ultime novità di "Striscia la Notizia" lasciano senza parole

Quella del bar dell’Agenzia delle entrate è diventata una vera e propria saga. Striscia la Notizia si occupa del caso ormai da svariati anni, fin dal 2018, anche se per molti la vicenda pare nuova. Per chi non avesse visto neanche uno dei video inchiesta proposti dall’inviato del tg satirico Jimmy Ghione, si parla del bar posto all’interno dell’Agenzia delle Entrate, sede Eur 6 di Roma.

Le telecamere hanno svelato una situazione che ha dell’assurdo, considerando il luogo dell’illecito. Niente scontrini dal 2018 (almeno) e viene quindi da citare Watchmen, il celebre fumetto di Alan Moore e Dave Gibbons: “Chi controlla i controllori?” (per i più colti, invece, “Quis custodiet ipsos custodes” di Giovenale).

Striscia la Notizia al bar Agenzia delle Entrate: aggressione

Il servizio di Jimmy Ghione per Striscia la Notizia ha lasciato tutti senza parole per due motivi. Il primo è quello che ha spinto l’inviato a raggiungere nuovamente il bar dell’Agenzia delle Entrate della sede Eur 6 di Roma, dopo il servizio nell’ormai lontano 2018. Il secondo, invece, è quanto accaduto quando è iniziato il confronto con il barista, da subito incandescente.

La situazione non è mai cambiata nel corso degli anni, pare, con zero scontrini emessi, stando alle riprese delle telecamere, a fronte dei vari acquisti effettuati. Una vera e propria truffa all’Agenzia delle Entrate, all’interno del suo stesso edificio.

Una situazione paradossale, che diventa immediatamente pericolosa per Jimmy Ghione, affrontato con violenza dal barista, che ha violentemente spintonato il cameraman, provocandone una rovinosa e pericolosa caduta tra le sedie dell’area comune. In seguito si è diretto contro l’inviato di Striscia, che si è beccato un colpo in faccia.

Tornato all’interno del bar, l’uomo ha minacciato i due di prendere un coltello e dar seguito all’aggressione. Una persona prova a calmarlo, ponendosi tra loro e chiudendo la porta del bar, di fatto evitando il peggio. Di seguito vi spieghiamo com’è finita quest’assurda vicenda, che ha portato Jimmy Ghione a confezionare più di un servizio.

Scontrini al bar dell’Agenzia delle Entrate

A quanto pare era necessario l’intervento di Striscia la Notizia per far tornare gli scontrini al bar dell’Agenzia delle Entrate di Roma. Le immagini non potevano essere ignorate, soprattutto perché oltre all’illecito, già filmato nel 2018, c’è ora un’aggressione di cui tener conto, con tanto di minacce di morte.

Jimmy Ghione è tornato presso gli uffici, così da scoprire se l’uomo fosse ancora al suo posto, nonostante quanto accaduto. Ha però scoperto che l’Agenzia delle Entrate ha preso provvedimenti, anche se un po’ insoliti. Hanno infatti avuto inizio dei controlli rigorosi in merito all’ingresso nel bar aziendale e non solo. All’inviato non è stato infatti permesso neanche di superare la generica entrata destinata al pubblico.

Affiancato dalle telecamere di Striscia la Notizia, quindi, ha fatto il giro e sbirciato dalle finestre. Ha così rivisto lo stesso uomo, ancora dietro al bancone a servire la clientela. La cosa è già di per sé incredibile, considerando l’indole del soggetto, ma a lasciare senza parole l’inviato è che ora, di colpo, i pagamenti non sono più in nero e il bar dell’Agenzia delle Entrate di Roma fa gli scontrini regolarmente.