La Lotteria degli scontrini raddoppia: arrivano l’istantanea e la differita. Tutte le novità

Tutto pronto per l'arrivo della nuova Lotteria degli scontrini: accanto alle estrazioni settimanali, mensili e annuali, arriva la vincita istantanea: come funziona

Lotteria degli scontrini, si cambia. Dopo le novità annunciate ormai da tempo, è tutto pronto per l’avvio della nuova Lotteria degli scontrini 2023, che diventa istantanea. O meglio, ibrida, visto che, accanto alla nuova formula istantanea, rimarrà comunque attiva anche quella differita. L’Agenzia delle entrate ha emanato un provvedimento firmato dal direttore Ernesto Maria Ruffini in cui illustra tutte le novità, in linea con gli obiettivi del Pnrr riguardo alla lotta all’evasione fiscale.

Possono partecipare tutte le persone fisiche maggiorenni residenti in Italia, che si siano procurate il codice lotteria (lo potete recuperare qui) e utilizzino strumenti di pagamento elettronico per acquisti di beni o servizi presso esercizi commerciali al minuto.

Per gli esercenti c’è tempo fino al 2 ottobre 2023 per adeguare i registratori telematici, che consentiranno di emettere gli scontrini con il nuovo codice bidimensionale richiesto. Tuttavia, al contrario di quanto previsto per i commercianti che non si dotano di POS per i pagamenti digitali (qui quanto costa davvero il POS ai commercianti), al momento non sono previste sanzioni per gli esercenti che non si collegano al portale della lotteria. Vediamo cosa cambia nel dettaglio.

Lotteria degli scontrini 2023: arriva il QR code

La grande novità è che si potrà partecipare alla Lotteria con il QR code che sarà riportato direttamente sullo scontrino di acquisto, nel caso in cui l’importo pagato sia pari o superiore a 1 euro e, così come avviene già ora, il pagamento avverrà in modalità elettronica.

I nuovi modelli dei registratori telematici e dei ServerRT genereranno e riporteranno nei documenti commerciali un codice bidimensionale (il QR code appunto) valido per la lotteria ad estrazione istantanea, con tutta una serie di informazioni riportate, che consentirà al cliente di sapere subito se ha vinto o no.

Quali dati vengono trasmessi all’Agenzia delle entrate

Il registratore telematico o il ServerRT genera un tracciato composto da tutti i documenti commerciali corredati di codice lotteria dei clienti, così come memorizzato nel dispositivo, per poi trasmetterlo all’Agenzia delle entrate. La trasmissione all’Agenzia delle entrate avviene tramite un apposito servizio “lotteria/corrispettivi”.

I dati che vengono trasmessi sono:

  • denominazione del cedente/prestatore
  • identificativo/progressivo completo dello scontrino fiscale
  • identificativo del punto cassa, in caso di server RT
  • data e ora dello scontrino
  • importo pagato, importo del corrispettivo pagato in contanti, importo pagato con strumenti elettronici e importo del corrispettivo non pagato
  • codice lotteria del cliente.

All’Agenzia devono essere comunicate anche le operazioni di reso e annullo. In particolare, i resi e gli annulli inerenti documenti commerciali madre con codice lotteria perché precedentemente trasmessi al sistema Lotteria e i documenti di reso ed annullo inerenti documenti commerciali madre contenenti il codice bidimensionale.

Qui le specifiche tecniche, che devono essere rispettate obbligatoriamente dai nuovi modelli di registratore telematico e di ServerRT che presentano istanza di approvazione dopo il 30 giugno 2023. Per i modelli già approvati le specifiche tecniche devono essere rispettate obbligatoriamente solo nel caso di presentazione di istanza di variante successivamente al 30 giugno 2023.

Cosa resta escluso

I dati dei corrispettivi riferiti alle operazioni di cessioni di beni e prestazioni di servizi per le quali il cliente richiede all’esercente l’acquisizione del proprio codice fiscale non possono partecipare alle lotterie.

In questo caso i registratori telematici e i ServerRT possono memorizzare esclusivamente in via alternativa il codice fiscale o il codice lotteria nella fase di registrazione dei dati dei corrispettivi della singola operazione commerciale realizzata.

Inoltre, non possono generare e riportare il codice bidimensionale sui documenti commerciali riferiti alle operazioni di cessioni di beni e prestazioni di servizi per le quali il cliente richiede l’acquisizione del proprio codice fiscale.

Come funziona la lotteria differita

Come detto, accanto alla vincita istantanea resta in vigore anche quella differita, con le solite estrazioni settimanali e mensili, più quella annuale.

Per partecipare a quest’ultima è necessario, come già avveniva prima, che i consumatori, al momento dell’acquisto, comunichino il proprio codice lotteria all’esercente, spiegando di voler partecipare alla lotteria degli scontrini a estrazione differita. Vale per ogni acquisto cashless, dunque non in contanti.

Fatto questo, lo scontrino elettronico emesso regala automaticamente biglietti virtuali per partecipare alla lotteria: un biglietto virtuale per ogni euro speso, fino a un massimo di 1.000 biglietti virtuali per ogni scontrino di importo pari o superiore a 1.000 euro. Se l’importo speso è superiore a 1 euro, l’eventuale cifra decimale superiore a 49 centesimi produrrà un altro biglietto virtuale.

Gli acquisti esclusi

Non tutti gli acquisti permettono di partecipare però alla lotteria. Valgono solo gli acquisti con carte di credito, bancomat e app, ma non tutti. Sono esclusi infatti gli acquisti:

  • effettuati in contanti;
  • di importo inferiore a 1 euro;
  • effettuati online;
  • destinati all’esercizio di attività di impresa, arte o professione;
  • documentati mediante fatture elettroniche;
  • per i quali i dati dei corrispettivi sono trasmessi al sistema Tessera Sanitaria (per esempio gli acquisti effettuati presso farmacie, parafarmacie, ottici, laboratori di analisi, ambulatori veterinari ecc.);
  • per i quali l’acquirente richieda all’esercente l’acquisizione del proprio codice fiscale a fini di detrazione o deduzione fiscale.

Quanto si vince: i premi

Ogni settimana si possono vincere 15 premi da 25mila euro per chi compra, e 15 premi da 5mila euro per chi vende. Ci sono poi anche estrazioni mensili con 10 premi da 100mila euro per gli acquirenti e 10 premi da 20mila euro per gli esercenti.

Le estrazioni settimanali si tengono ogni giovedì per tutti gli scontrini trasmessi e registrati dal sistema lotteria dal lunedì alla domenica, fino alle ore 23:59, della settimana precedente. Se la giornata di estrazione coincide con una festività nazionale, l’estrazione è rinviata al primo giorno feriale successivo.

Le estrazioni mensili vengono effettuate ogni secondo giovedì del mese, per gli scontrini trasmessi e registrati dal sistema lotteria entro le 23:59 dell’ultimo giorno del mese precedente. Se il secondo giovedì del mese coincide con una festività nazionale, l’estrazione è rinviata al primo giorno feriale successivo.