Meteo, in arrivo l’ottobrata bis: ecco in quali zone d’Italia

Le previsioni per il mese di ottobre registrano un ritorno della stagione estiva fino a fine mese con rovesci occasionali

Foto di QuiFinanza

QuiFinanza

Redazione

QuiFinanza, il canale verticale di Italiaonline dedicato al mondo dell’economia e della finanza: il sito di riferimento e di approfondimento per risparmiatori, professionisti e PMI.

L’ondata di calore che da qualche giorno ha fatto tornare la stagione estiva in tutta Italia non accenna ad arretrare e almeno fino a giovedì il sole continuerà a splendere lungo tutta la Penisola. A portare il bel tempo dopo i nubifragi che soltanto la scorsa settimana hanno colpito diverse zone del Paese è il super anticiclone africano che stazionerà ancora per diversi giorni sul Mediterraneo portando le temperature in alcuni casi anche sui 30 gradi.

Meteo, in arrivo l’ottobrata bis: l’effetto dell’anticiclone

La cosiddetta “Ottobrata-bis” sta caratterizzando queste giornate autunnali (termine con il quale si identificano le scampagnate in ottobre approfittando degli scampoli di clima mite) arriva dopo il un primo periodo soleggiato registrato a inizio del mese e sembrerebbe destinata a prolungarsi anche fino a inizio novembre (qui avevamo riportato l’allerta meteo per i nubifragi che hanno colpito diverse regioni a inizio settembre).

Le temperatura sono in ascesa da domani con massimi sopra la media in tutto il Paese con punte di 26 radi sulle zone interne della Toscana, del Lazio, in Emilia Romagna, Puglia e Campania, tranne che per la Sicilia che registra valori in media con la stagione, tra i 22 e i 25 gradi.

L’Isola si adeguerà al caldo del resto dell’Italia già mercoledì con la possibilità di raggiungere anche picchi di 27 gradi, così come nelle zone interne della Toscana e del Lazio, Campania, Puglia e Sardegna.

Meteo, in arrivo l’ottobrata bis: possibili rovesci

Secondo le previsioni di 3bmeteo superato giovedì non si escludono rovesci temporaleschi derivanti dal “ristagno di umidità nei bassi strati che continua ad accumularsi a causa della scarsa ventilazione” che interesseranno le coste tirreniche settentrionali ma soprattutto le valli a partire dalla Val Padana, dove si verificheranno “foschie, locali nebbie al mattino e nubi basse”. Altre precipitazioni isolate potranno avere luogo in Sicilia e Calabria.

Lo scenario dovrebbe cominciare a variare con una perturbazione innescata da un vortice a ovest della Gran Bretagna tra mercoledì e giovedì, portando piogge verso l’Europa centrale con un calo termico significativo tra la Francia e la Germania.

L’Italia dovrebbe essere coinvolta nella scia di questo evento atmosferico che tra il 21 e il 22 dovrebbe provocare un peggioramento delle condizioni meteorologiche, ma localizzato sulle regioni settentrionali e solo in una finestra di pochi giorni, per esaurirsi non oltre il 24-25 (qui avevamo parlato delle forti piogge e grandinate di fine settembre).

A fine ottobre le correnti fredde dovrebbero tornare in direzione nord Atlantico  lasciando nuovamente spazio al fenomeno anticiclonico sull’Europa centrale.

Meteo, in arrivo l’ottobrata bis: le previsioni

Entrando nello specifico, secondo le previsioni di 3bmeteo, martedì 18 ottobre al Nord il cielo sarà sereno o poco nuvoloso e foschie lungo il Po nelle ore più fredde. Temperature in lieve aumento, massime tra 22 e 26 gradi.

Sereno anche nel Centro Italia con locali nebbie nelle ore più fredde sui fondovalle di Toscana e Umbria. Temperature stazionarie, massime tra 22 e 26 gradi.

Poco nuvoloso invece al Sud con qualche variabilità tra est Sicilia e Sud Calabria. Temperature stazionarie o in lieve rialzo, massime tra 22 e 25 gradi.

Situazione stabile al Nord anche mercoledì 19 ottobre: previsto sereno e temperature ancora in aumento con massime tra 23 e 27 gradi.

Poco nuvoloso anche al Centro con locali banchi di nebbia o nubi basse nelle ore più fredde su fondovalle di Toscana e Umbria. Temperature sempre in leggera crescita, massime tra 23 e 26 gradi.

Poco o parzialmente nuvoloso al Sud con maggiore variabilità su Est Sicilia e Salento. Temperature generalmente stazionarie, massime comprese tra 21 e 25.