Fabregas è del Como: lo stipendio e i guadagni del campione

Campione d'Europa e del Mondo con la Spagna tra il 2008 e il 2012, Fabregas si presenta a Como in grande stile e fa sognare i tifosi lariani

Un colpo da Serie A, per una squadra che nell’ultimo anno di B ha conquistato il 13° posto finale dopo la promozione dalla C. Ora il Como può sognare in grande ai proprietari della SENT Entertainment, guidata dalla famiglia miliardaria indonesiana degli Hartono, che ha ingaggiato nelle scorse ore Cesc Fabregas. Centrocampista di caratura internazionale, due volte campione d’Europa con la Spagna nel 2008 e nel 2012, oltre che campione del Mondo nel 2010, il classe 1987 arriva a parametro zero ed è pronto ad emozionare tutti.

Contratto biennale per il calciatore catalano la cui esperienza sarà al servizio del tecnico Giacomo Gattuso in vista della prossima Serie B, uno dei campionati più difficili degli ultimi anni per la presenza di club storici come Genoa, Venezia, Parma e Palermo (proprio i rosanero di recente sono passati al City Group, ve ne abbiamo parlato qui).

Fabregas, un colpo da Serie A

Le voci dell’approdo a Como di Cesc Fabregas si rincorrevano ormai da settimane, ma solo la firma nero su bianco ha ufficializzato l’accordo. Nella giornata di lunedì 1 agosto 2022 lo spagnolo è sbarcato in città presentandosi ai nuovi tifosi che lo attendevano con ansia da giorni.

“Arrivo qua con la stessa ambizione di sempre, voglio giocare, voglio vincere e portare il Como in Serie A” ha detto chiaramente l’ex del Barcellona, Chelsea e Arsenal arrivato a parametro zero dopo la scadenza di contratto con i francesi del Monaco. Per il classe 1987 sarà l’ennesima occasione per mettersi in gioco: “Ho ancora molto da fare nel calcio, ho tanta ambizione. Como ha un progetto a lungo termine ed era esattamente quello che volevo”.

A chi si è chiesto come mai avesse scelto proprio Como, Fabregas non ha nascosto che il merito è del presidente Dennis Wise, conosciuto al Chelsea, ma soprattutto del progetto che lo vedrà anche entrare in società: “Entrerò a far parte della società, per questo resterò anche oltre i due anni di contratto, mi piaceva il progetto e ho approfittato dell’occasione”.

Lo stipendio e i guadagni

Con all’attivo oltre 140 gol in carriera tra Nazionale e club, quello di Fabregas è di certo un profilo che nulla ha a che vedere con la Serie B. L’obiettivo, infatti, è quello di trascinare subito il Como alla promozione nella massima serie, per cercare di far sognare i tifosi con investimenti da parte della società più ricca d’Italia. Ma lo spagnolo, a causa di alcuni limiti salariali per il campionato cadetto, dovrà di certo stringere i denti dal punto di vista economico (qui trovate le squadre che hanno speso di più per il calciomercato).

Abituato a firmare contratti ricchissimi negli ultimi anni, al Como Fabregas potrebbe intascare al massimo un milione lordo all’anno. A frenare i guadagni, infatti, è il salary cap della Serie B, ma con una cifra che non dovrebbe allontanarsi di tanto da questa previsione per il Decreto Crescita che verrebbe sfruttato dalla società.

L’obiettivo, anche per le sue tasche, è quindi quello di conquistare quanto prima la Serie A, per tornare a guadagnare gli stipendi intascati negli ultimi anni. Nell’ultima esperienza nel Principato col Monaco, per esempio, lo spagnolo aveva firmato un contratto da 6 milioni netti, ovvero 2 milioni in meno rispetto al tetto salariale del Como del 2021-22 (8,9 milioni). La stessa cifra veniva guadagnata anche al Barcellona, mentre all’Arsenal era arrivato a ottenere un contratto da 7 milioni a stagione.