Jasmine Paolini in semifinale a Wimbledon, è la prima italiana a riuscirci: quanto può vincere

Jasmine Paolini entra nella storia del tennis italiano diventando la prima azzurra in semifinale a Wimbledon, annientando la 23enne statunitense Emma Navarro

Foto di Claudio Carollo

Claudio Carollo

Giornalista politico-economico

Classe ’88, è giornalista professionista dal 2017. Scrive di attualità economico-politica, cronaca e sport.

Primato dopo primato Jasmine Paolini scrive la storia del tennis italiano a Wimbledon. La regina del tennis italiano ha surclassato ai quarti la statunitense Emma Navarro, diventando così la prima azzurra nella storia a raggiungere la semifinale del singolare sull’erba dell’All England Club. Dopo l’eliminazione di Jannik Sinner (complice un malore) ai quarti contro Daniil Medvedev, ci ha pensato la 28enne toscana a rilanciare le speranze del movimento nostrano, sconfiggendo in nemmeno un’ora la sua avversaria con un punteggio di 6-2, 6-1.

Wimbledon, Jasmine Paolini contro Emma Navarro per la storica semifinale

È incredibile, è pazzesco aver vinto su questo campo – sono le parole di Jasmine Paolini dopo la storica vittoria – Sono così contenta che non so cosa dire in questo momento. È speciale essere qui in semifinale, diventare la n°5 del mondo è incredibile. Da bambina vedevo le semifinali in televisioni e ora la giocherò”.

“Ho giocato un gran match, con lei avevo perso tre volte. Quindi per batterla devo aver giocato bene” ha detto nell’intervista post gara la 28enne toscana, che nella prossima partita troverà la croata Donna Vekic, numero 20 del mondo. “Sarà dura, è una semifinale Slam e giochi solo con avversari forti. Sta giocando alla grande, combatterò su ogni palla. Sono riconoscente di essere qui” ha aggiunto l’azzurra.

Fino ad oggi Jasmine Paolini non aveva mai vinto nei tre precedenti contro Emma Navarro: la statunitense aveva avuto la meglio a San Diego nel 2023 (7-5 6-0), a Doha nel 2024 (6-3 7-5) e in quel di Miami sempre nel 2024 (6-2 3-6 6-0).

Entrambe erano arrivate ai quarti di questa edizione di Wimbledon perdendo soltanto un set. Il bilancio stagionale dell’azzurra è aggiornato a 29 vittorie e 12 sconfitte, con sette successi su otto partite disputate sull’erba, mentre sono 34 le vittorie stagionali di Navarro, a fronte di 15 sconfitte.

Chi è Emma Navarro, la miliardaria ereditiera eliminata da Paolini

A Wimbledon, Emma Navarro (17esima nel ranking) era andata fin qui oltre le aspettative, battendo a sorpresa anche la numero 2 del mondo Coco Gauff nel derby ai quarti. La statunitense classe 2001 è stata protagonista di una fulminante scalata a partire dagli inizi al college, dal 2020 al 2022. Nella sua stagione all’universià è stata campionessa Ncaa in singolare, risultato che le ha permesso di disputare il suo primo Slam, agli Us Open, mentre a gennaio 2024 ha vinto il suo primo titolo all’Hobart International.

Nonostante la carriera appena cominciata e nessuno Slam in bacheca, Emma Navarro può vantare una ricchezza superiore ai tennisti che hanno guadagnato di più nella storia di questo sport, come Roger Federer (500 milioni di dollari), Rafael Nadal (240) e Novak Djokovic (220).

La 23enne è, infatti, figlia del miliardario Ben Navarro, amministratore delegato della società di investimento Sherman Financial Group, con un patrimonio stimato da Forbes in 1,5 miliardi di dollari. Il magnate americano ha fondato nel 2021 la Beemok Hospitality Collection, una società composta da hotel, ristoranti e proprietà di intrattenimento e ha investito nel tennis, diventando il proprietario del Western & Southern Open, il Cincinnati Masters, uno dei tornei più importanti del circuito Atp e Wta.

Wimbledon, quanto può vincere Jasmine Paolini

Anche se non può competere con la ricchezza di Emma Navarro, con la storica vittoria a Wimbledon Jasmine Paolini continua ad accrescere il suo patrimonio sul campo: l’arrivo in semifinale degli Championships è valso alla 28enne 715.000 sterline (circa 845.500 euro), mentre un’eventuale approdo in finale le permetterebbe di incassare 1,4 milioni di sterline e 2,7 milioni di sterline sarebbe il premio per l’ipotetica conquista del torneo.

Grazie alla vittoria del suo primo Wta 1000 di Dubai e alla prima finale del singolare del Roland Garros 2024, dove si è dovuta arrendere alla polacca Iga Swiatek, Jasmine Paolini ha incassato quest’anno circa 2,8 milioni di dollari. Se si considera la vittoria da 767.655 euro dello scorso febbraio a Dubai, il montepremi personale dell’azzurra ha registrato in questo 2024 un’impennata che le ha fatto superare quota 5 milioni di euro in carriera.