Bonus rottamazione TV, come smaltire il vecchio televisore per avere lo sconto

È partito il 23 agosto il nuovo Bonus rottamazione TV. Ecco come rottamare il vecchio apparecchio in modo corretto, per non rischiare di perdere lo sconto

È partito il 23 agosto il nuovo Bonus TV: il Bonus rottamazione TV per l’esattezza, da non confondere infatti con il vecchio Bonus TV-decoder, che pure continua ad essere erogato e con il quale questo è compatibile (qui le differenze).

Il nuovo Bonus rottamazione TV è un incentivo introdotto dal governo per favorire l’acquisto di televisori compatibili con il nuovo standard di trasmissione del digitale terrestre DVB-T2 – HEVC MAIN 10.

Bonus rottamazione TV, come funziona

Come funziona? Semplice: lo possono richiedere tutti i cittadini residenti in Italia, senza limiti di Isee o di altra natura, purché rottamino il loro vecchio televisore, che deve necessariamente essere stato acquistato prima del 22 dicembre 2018, data di entrata in vigore dello standard di codifica HEVC MAIN 10.

L’idea di fondo dell’aiuto è proprio favorire la sostituzione degli apparecchi televisivi obsoleti attraverso un corretto smaltimento dei rifiuti elettronici.

Si tratta di uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto di un nuovo televisore, fino ad un importo massimo di 100 euro (vi rimandiamo qui per tutte le informazioni dettagliate su come funziona e come richiederlo).

Bonus rottamazione TV, come smaltire il vecchio televisore

Ma come si fa a smaltire il vecchi televisore? Come essere sicuri di farlo nel mondo corretto per avere diritto al Bonus rottamazione TV? Vediamo come fare.

La rottamazione corretta per poter ottenere lo sconto può essere fatta in due modi:

  • direttamente nel negozio, in sede di acquisto del nuovo televisore, consegnando al rivenditore quello vecchio: sarà poi il rivenditore che si occuperà dello smaltimento dell’apparecchio
  • in un’isola ecologica autorizzata: in questo caso, per richiedere lo sconto sul prezzo di acquisto del nuovo televisore, è necessario consegnare al rivenditore che aderisce all’iniziativa un modulo che attesti l’avvenuta consegna del vecchio apparecchio presso uno dei centri di smaltimento autorizzati.

Sia nel primo che nel secondo modo, prima di procedere alla rottamazione, è necessario assolutamente compilare il modulo di autodichiarazione con cui si attesta che il televisore rottamato è stato acquistato prima del 22 dicembre 2018 e se ne certifica il corretto smaltimento (il modulo di autocertificazione è disponibile qui in formato pdf).

Bonus rottamazione TV, cosa portare nel negozio in cui si acquista il nuovo televisore

Nel negozio in cui si acquista il nuovo televisore è necessario portare:

  • il vecchio televisore da rottamare, se non lo avete già portato in un’isola ecologica per lo smaltimento
  • il modulo di autocertificazione debitamente compilato (se lo avete portato da rottamare al Centro di Raccolta comunale deve anche essere sottoscritto dal gestore del Centro di Raccolta stesso)
  • il documento di identità
  • il codice fiscale.

L’elenco pubblico delle isole ecologiche autorizzate, presente sul sito del Centro di Coordinamento RAEE , è disponibile a questo link: www.cdcraee.it/GetHome.pub_do.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus rottamazione TV, come smaltire il vecchio televisore per avere l...