Bonus prima casa, proroga per tutto il 2023: come averlo

L'agevolazione sui mutui per l'acquisto della prima casa per chi ha meno di 36 anni è stata confermata fino al 31 dicembre 2023

Confermato anche per il 2023 il bonus prima casa per gli acquirenti con meno di 36 anni. Come ricordato da Il Messaggero, Tra i vari contributi per la casa previsti nella legge di Bilancio è stato prolungato anche quello rivolto a giovani per l’acquisto della loro prima abitazione. Dopo una prima proroga circoscritta a una finestra temporale scaduta il 31 dicembre scorso, l’agevolazione sui mutui per coloro che sotto questi limiti di età stanno cercando di comprare casa sarà dunque valida per tutto il corso di quest’anno, fino al 31 dicembre 2023.

Bonus prima casa, proroga per tutto il 2023: a chi è rivolto

Il bonus prima casa prevede un finanziamento con la garanzia della Consap, concessionaria assicurativa controllata dallo Stato, sui mutui a tasso fisso che copre fino all’80% della quota capitale, per finanziamenti fino ai 250mila euro. Chi rientra tra gli aventi diritto sarà esente dal pagamento dell’imposta di registro, ipotecaria e catastale (qui avevamo parlato della proroga del bonus prima casa solo fino a dicembre).

L’agevolazione è diretta a coloro che rispettano i seguenti requisiti:

  • età inferiore ai 36 anni;
  • non si deve aver ricevuto questa agevolazione in precedenza;
  • l’acquisto deve essere avvenuto tra il 26 maggio 2021 e il 31 dicembre 2023;
  • l’abitazione non deve appartenere alle categorie che individuano le abitazioni di lusso, quindi accatastate A/8 e A/9;
  • il bonus riguarda soltanto la prima casa e non si può essere proprietari di altri immobili, nemmeno in comunione con il coniuge;
  • l’abitazione si deve trovare nel comune di residenza.

Il neo proprietario ha a disposizione 18 mesi di tempo per stabilire la propria residenza nel Comune in cui si trova la casa acquistata. Se si possiede un altro immobile si ha un anno di tempo per venderlo.

I bonus sull’acquisto di un’abitazione non riguardano solo chi rispetta determinati limiti di età (qui tutte le novità sui bonus per la casa nel 2023) In generale nel 2023 potranno accedere a un’agevolazione sui mutui per la prima casa coloro che:

  • hanno meno di 36 anni;
  • alle coppie con almeno uno dei due componenti sotto i 35;
  • alle famiglie mono-genitoriali con figli minori;
  • a chi abita in case popolari e a coloro che hanno un Isee non superiore ai 40mila euro.

Bonus prima casa, proroga per tutto il 2023: come fare rischiesta

Per poter inoltrare la richiesta sul bonus prima casa è necessario collegarsi al sito della Consap, l’azienda del ministero dell’Economia e delle Finanze che si occupa di assicurare i finanziamenti agevolati, selezionare sulla categoria “Famiglia e giovani” (in alto a destra nella schermata) e scegliere l’opzione “Fondo prima casa”. Infine bisogna scorrere verso il basso fino alla voce “Per accedere al Fondo con la garanzia dell’80%”.

A quel punto di deve scaricare l’apposito modulo e compilarlo in ogni sua parte con i dati personali del richiedente. Infine, l’ultimo passaggio riguarda il proprio istituto bancario, che deve comunque rientrare tra quelli che garantiscono la copertura del prestito indicati sul sito della Consap: il soggetto interessato dovrà recarsi presso lo sportello con il citato modulo, un documento d’identità e la dichiarazione Isee (qui avevamo spiegato quanto vale e come richiedere il bonus prima casa per i giovani).