Pensioni, gli assegni di giugno accreditati a maggio: il calendario

Pensioni, a giugno gli importi arriveranno in anticipo: calendario e destinatari

L’emergenza Coronavirus ha cambiato molte delle nostre abitudini, lo sanno bene i titolari di pensioni che, dallo scoppio della pandemia, si sono dovuti adattare ad una nuova modalità di ritiro: con tanto di calendario per e divisione per gruppi.

Pensioni, quando verranno erogati gli assegni di giugno

Come è accaduto nei mesi scorsi, anche a giugno i pensionati dovranno rispettare i tempi imposti dal calendario Inps per il ritiro della pensione. La suddivisione in gruppi, per evitare assembramenti, prevede l’individuazione di specifici giorni dedicati a questo servizio. Ad ogni gruppo di persone corrisponde una lettera dell’alfabeto e un giorno della settimana.

Seguendo l’ordine alfabetico, anche il pagamento delle pensioni di giugno sarà spalmato su diversi giorni. Nello specifico, in un comunicato rilasciato di recente, Poste Italiane ha fatto sapere che gli assegni pensionistici del mese di giugno, “con l’obiettivo di contribuire a contrastare la diffusione del Covid 19”, verranno accreditati anticipatamente, è cioè già a partire dal mese di maggio.

Pensioni: il calendario di giugno

I titolari di pensioni, dunque, dovranno rispettare l’ordine alfabetico stabilito dal calendario di giugno per ritirare l’assegno. Poste Italiane, a tal proposito, ha fatto sapere che: “le pensioni del mese di giugno saranno accreditate il 26 maggio per i titolari di: Libretto di Risparmio, Conto Banco Posta, Conto Postepay Evolution”.

Per i titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution Resta invece sempre valida la possibilità di recarsi direttamente presso un Atm Postamat, dove potranno prelevare la pensione in contanti senza recarsi allo sportello e correre alcun rischio. Tutti gli altri, come confermato dall’Inps, dovranno rispettare l’ordine alfabetico previsto dal calendario che, come già detto, per il mese di giugno stabilisce un anticipo del pagamento a maggio.

Tutti gli importi, pertanto, verranno accreditati dal 26 maggio 2020 al 30 maggio. Molto probabilmente, come è successo per le pensioni di aprile e maggio, il calendario con le date suddivise per ordine alfabetico verrà presto reso noto dall’Inps. In questo caso i giorni a disposizione sono cinque, ma è molto probabile che venga confermata la calendarizzazione di aprile 2020, procedendo ovviamente con gli opportuni aggiustamenti.

I titolari di assegni pensionistici che ricevono l’accredito delle mensilità sui propri conti bancari, invece, dovranno aspettare ancora un po’. Se Poste Italiane infatti ha deciso di anticipare i pagamenti di giugno a maggio, per le banche questo non avverrà: le mensilità quindi saranno versate ai pensionati a partire dal 1° giugno 2020.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pensioni, gli assegni di giugno accreditati a maggio: il calendario