Gestione separata, cambiano le aliquote per il 2022: ecco la tabella

Ecco le nuove aliquote e il valore minimale e massimale del reddito erogato per il calcolo dei contributi dovuti nel 2022 dagli iscritti alla gestione separata INPS

Foto di QuiFinanza

QuiFinanza

Redazione

QuiFinanza, il canale verticale di Italiaonline dedicato al mondo dell’economia e della finanza: il sito di riferimento e di approfondimento per risparmiatori, professionisti e PMI.

Cambiano le aliquote Inps per i lavoratori appartenenti alla gestione separata. Con la circolare dell’istituto dell’11 febbraio 2022 n. 25, la comunicazione delle aliquote e del valore minimale e massimale del reddito erogato, per il calcolo dei contributi dovuti nel 2022 dagli iscritti alla gestione separata.

Il testo fissa le aliquote contributive, previdenziali e assicurative, dovute da collaboratori e figure assimilate e liberi professionisti, differenziandole per soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie e soggetti titolari di pensione o provvisti di altra tutela pensionistica obbligatoria. Sono anche specificate le percentuali di ripartizione dell’onere contributivo.

Ricordiamo anche che la legge di Bilancio 2021 ha disposto per il 2022 e per il 2023 un aumento dell’aliquota ISCRO per i contribuenti che producono reddito da lavoro autonomo, mentre la Manovra 2022 ha previsto un aumento dell’aliquota di finanziamento della prestazione DIS-COLL.

Ma vediamo meglio nel dettaglio.

Aliquote contributive e di computo per collaboratori e figure assimilate

Codice Tipo rapporto. Soggetti senza altra copertura previdenziale obbligatoria, non titolari di pensione e di P.IVA IVS Malattia, maternità, ANF Maternità ex D.M. 12.7.2007 DIS-COLL totale
1A – 1E AMMINISTRATORE DI SOCIETA’, ASSOCIAZIONE E ALTRI ENTI CON O SENZA PERSONALITA’ GIURIDICA 33,00 0,50 0,22 1,31 35,03
1B SINDACO DI SOCIETA’, ASSOCIAZIONE E ALTRI ENTI CON O SENZA PERSONALITA’ GIURIDICA 33,00 0,50 0,22 1,31 35,03
1C REVISORE DI SOCIETA’, ASSOCIAZIONE E ALTRI ENTI CON O SENZA PERSONALITA’ GIURIDICA 33,00 0,50 0,22 1,31 35,03
1D LIQUIDATORE DI SOCIETA’ 33,00 0,50 0,22 1,31 35,03
02 COLLABORATORE DI GIORNALI, RIVISTE, ENCICLOPEDIE E SIMILI 33,00 0,50 0,22 1,31 35,03
03 PARTECIPANTE A COLLEGI E COMMISSIONI 33,00 0,50 0,22 33,72
04 AMMINISTRATORE DI ENTI LOCALI (D.M. 25.5.2001) 33,00 0,50 0,22 33,72
05 DOTTORATO DI RICERCA, ASSEGNO, BORSA DI STUDIO 33,00 0,50 0,22 1,31 35,03
06 CO. CO. CO. (CON CONTRATTO A PROGETTO/PROGRAMMA DI LAVORO/FASE) 33,00 0,50 0,22 1,31 35,03
07 VENDITORE PORTA A PORTA 33,00 0,50 0,22 33,72
09 RAPPORTI OCCASIONALI AUTONOMI (LEGGE N. 326/2003 ART. 44) 33,00 0,50 0,22 33,72
11 COLLABORAZIONI COORDINATE E CONTINUATIVE PRESSO PP.AA. 33,00 0,50 0,22 1,31 35,03
12 RAPPORTI DI CO.CO.CO. PROROGATI 33,00 0,50 0,22 1,31 35,03
13 ASSOCIATI IN PARTECIPAZIONE (dal 2004 al 2015) 33,00 0,50 0,22 33,72
14 FORMAZIONE SPECIALISTICA 33,00 0,50 0,22 33,72
17 CONSULENTE PARLAMENTARE 33,00 0,50 0,22 1,31 35,03
18 COLLABORAZIONI COORDINATE E CONTINUATIVE – D.LGS. N. 81/2015 33,00 0,50 0,22 1,31 35,03
19 AMMINISTRATORE DI ENTI LOCALI Iscritti in GS come Liberi Professionisti 25,00 0,50 0,22 0,51 26,23
20 COLLABORAZIONI COORDINATE E CONTINUATIVE Covid-19 – Ordinanza 24.10.2020 D.P.C.M. Protezione Civile 33,00 0,50 0,22 1,31 35,03

Aliquote contributive e di computo professionisti

Professionisti Aliquote
Soggetti non assicurati presso altra forma di previdenza obbligatoria 26,23%

(25,00 IVS + 0,72 aliquota aggiuntiva + 0,51 ISCRO)

Soggetti già pensionati o assicurati presso altre forme di previdenza obbligatorie

Per i soggetti già pensionati o assicurati presso altre forme di previdenza obbligatorie, per l’anno 2022, l’aliquota è confermata al 24%, sia per i collaboratori e le figure assimilate sia per i professionisti.

Per non perderti le ultime notizie e ricevere i nostri migliori contenuti, iscriviti gratuitamente al canale Telegram di QuiFinanza: basta cliccare qui

Tabelle riassuntive

Collaboratori e figure assimilate Aliquote
Soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie per i quali è prevista la contribuzione aggiuntiva DIS-COLL 35,03

(33,00 IVS + 0,72 + 1,31 aliquote aggiuntive)

Soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie per i quali non è prevista la contribuzione aggiuntiva DIS-COLL 33,72%

(33,00 IVS + 0,72 aliquota aggiuntiva)

Soggetti titolari di pensione o provvisti di altra tutela pensionistica obbligatoria 24%

(24,00 IVS)

Professionisti Aliquote
Soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie 26,23%

(25,00 IVS + 0,72 aliquota aggiuntiva + 0,51 ISCRO)

Soggetti titolari di pensione o provvisti di altra tutela pensionistica obbligatoria 24%

(24,00 IVS)

Ripartizione dell’onere contributivo

Aziende committenti

La ripartizione dell’onere contributivo tra collaboratore e committente è stabilita nella misura rispettivamente di 1/3 e 2/3.

L’obbligo del versamento dei contributi è in capo all’azienda committente, che deve eseguire il pagamento entro il giorno 16 del mese successivo a quello di effettiva corresponsione del compenso, tramite il modello F24 telematico per i datori di lavoro privati e il modello F24 EP per le Amministrazioni pubbliche.

Professionisti

Per quanto riguarda i professionisti iscritti alla Gestione separata, l’onere contributivo è a carico degli stessi e il versamento deve essere eseguito, tramite modello F24 telematico, alle scadenze fiscali previste per il pagamento delle imposte sui redditi (saldo 2021, primo e secondo acconto 2022).

L’acconto per l’anno di imposta 2022 deve essere calcolato applicando le aliquote in vigore per l’anno 2022.

Massimale e minimale

Massimale

Per l’anno 2022 il massimale di reddito è pari a 105.014 euro. Pertanto, le aliquote per il 2022 si applicano facendo riferimento ai redditi conseguiti dagli iscritti alla Gestione separata (scopri qui come Inps ha invitato all’iscrizione) fino al raggiungimento del citato massimale.

Minimale – Accredito contributivo

Per l’anno 2022 il minimale di reddito è pari a 16.243 euro.

Conseguentemente, gli iscritti per i quali è applicata l’aliquota del 24% avranno l’accredito dell’intero anno con un contributo annuo di 3.898,32 euro, mentre gli iscritti per i quali il calcolo della contribuzione avviene applicando l’aliquota maggiore avranno l’accredito con un contributo annuale pari ai seguenti importi:

  • 4.260,54 euro (di cui € 4.060,75 ai fini pensionistici) per i professionisti che applicano l’aliquota del 26,23%;
  • 5.477,14 euro (di cui € 5.360,19 ai fini pensionistici) per i collaboratori e le figure assimilate che applicano l’aliquota del 33,72%;
  • 5.689,92 euro (di cui € 5.360,19 ai fini pensionistici) per i collaboratori e le figure assimilate che applicano l’aliquota del 35,03%.