Perché fare l’assicurazione sanitaria viaggio

Consigli utili per acquistare e sottoscrivere la migliore assicurazione sanitaria viaggio: scopri di più

Quando si sta per intraprendere una vacanza l’ultima cosa alla quale si vuole pensare sono gli imprevisti. Furti, incidenti, smarrimenti di bagagli, cancellazione dei voli e nel peggiore dei casi, un infortunio o un problema legato alla sfera della salute. Propositivi ed elettrizzati, spesso si lascia decidere alla buona sorte quando in realtà è infinitamente più saggio premunirsi, soprattutto di un’assicurazione sanitaria viaggio.

Prima di approfondire le tipologie di servizi offerti per questo genere di copertura, occorre sottolineare che il costo varia a seconda di diversi fattori. Il prezzo finale dipende sia dal pacchetto scelto ma anche da: età, provenienza, durata del viaggio e destinazione. Prima di sottoscrivere qualsiasi polizza, è fondamentale leggere tutte le clausole per scoprire sia il tipo di supporto previsto, dato che non tutte le attività sono passate dall’assicurazione, sia le condizioni offerte. In alcuni casi, per esempio, i soldi vengono rimborsati solo in un secondo momento quindi servirà anticiparli.

Perché acquistare un’assicurazione viaggio

Vi siete già scocciati nel sapere che ci servirà fare qualche ricerca e qualche confronto prima di scegliere la soluzione più adatta? Un po’ come ogni fase burocratica e organizzativa, di certo più noiosa rispetto all’entusiasmo della partenza, la fatica ripagherà poi durante il soggiorno. Essere prudenti può evitarvi tantissimi problemi che possono invece rovinare il relax a cui si punta quando si decide di staccare un po’ la spina. Un’assicurazione di viaggio all’estero, soprattutto quando ci si dirige verso un paese extraeuropeo potrebbe aiutarvi oltre a farvi risparmiare e anche di molto. Cosa si assicura in genere? Oltre la salute che è sempre la prima cosa, i bagagli da furto e smarrimento ma anche la vacanza in senso stretto ovvero l’annullamento del viaggio. Si può essere sfortunatamente costretti a dover rinunciare per cause di forza maggiore. In questo caso, il più estremo, si avrebbe diritto almeno ad un rimborso, decisamente amaro ma utile.

Ci sono poi altre numerose possibili coperture, da quella legata all’assistenza legale che si occupa dei danni e degli imprevisti che si possono verificare durante il soggiorno a quella in relazione alla responsabilità civile, nel caso in cui si dovessero causare danni ad altre persone o ai loro beni. C’è persino un eventuale risarcimento rispetto al maltempo ma solo per pacchetti last minute. Che tipo di viaggiatore sei? Anche questo fa differenza. C’è chi si muove spesso, magari per lavoro, gli studenti per l’Erasmus, una famiglia per vacanza, una coppia in luna di miele o un gruppo di amici all’avventura. La meta è una città europea o un posto selvaggio in mezzo alla natura dall’altra parte del mondo? Diverse situazioni espongono a differenti necessità. I premi assicurativi vengono formulati anche in base a tutte queste informazioni dando così la possibilità di scegliere la soluzione più adatta. Ad ogni modo, il bene che si tende a preservare maggiormente è senza dubbio la salute.

Perché sottoscrivere un’assicurazione sanitaria all’estero?

Quali tipi di vantaggi ci sono in particolare nello stipulare un’assicurazione medica di viaggio?

  • l’assistenza h24, un numero di riferimento attivo 7 giorni su 7;
  • un interprete che ti aiuti a spiegare al medico i tuoi sintomi;
  • segnalazione di un medico di riferimento all’estero;
  • il possibile rientro anticipato;
  • protezione carte di credito;
  • copertura o rimborso delle spese mediche cioè visite, medicine, interventi chirurgici e permanenza nel paese per rimettersi in salute.

Questi sono alcuni dei servizi offerti da una copertura base ma ovviamente i riferimenti cambiano a seconda della tipologia di polizza e della compagnia a cui deciderete di affidarvi. Le migliori assicurazioni sanitarie viaggio mettono a disposizione il pagamento diretto delle spese in caso di ricovero ospedaliero, con un tetto massimo e talvolta persino con un massimale illimitato per i viaggi all’estero.

Inoltre, la richiesta di assistenza legale, il prolungamento del soggiorno anche per compagni di viaggio, il rientro dei familiari e quello sanitario del convalescente. Molti di queste operazioni hanno chiaramente un costo aggiuntivo e delle condizioni precise come ad esempio il numero massimo di giorni o di spesa, che spesso differisce in base alla località o anche solo che ci si trovi in Italia o all’estero. I motivi per attivare un’assicurazione sanitaria di viaggio sono tanti, rimane però una scelta personale. Sicuramente caldamente consigliata quando ci si reca in paesi in cui la sanità non è gratuita e non esistono accordi con il proprio paese d’origine.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Perché fare l’assicurazione sanitaria viaggio