Pranzo e cena di Natale: i menù (e i prezzi) degli chef stellati

Natale con gli chef stellati: pranzi e/o cene pensati ad hoc per l’occasione. Cannavacciuolo, Cracco e tanti altri nomi noti hanno reso noti i menù delle feste

Natale con gli chef stellati: Cannavacciuolo, Cracco e tanti altri hanno reso noti i menù delle feste. Pranzi e/o cene pensati ad hoc per l’occasione, con piatti ricercati e proposte speciali.

Prima di continuare, però, bisogna fare una premessa: gli chef e ristoranti citati nella guida Michelin di cui parleremo di seguito non sono tutti e, probabilmente, non sono gli unici che hanno accolto i propri ospiti la sera del 24 e/o per il pranzo del 25 dicembre. Oggi però vi parliamo di quelli per cui è stato possibile reperire informazioni, tramite i loro siti internet o le pagine social ufficiali.

Il menù delle feste di Cracco e Cannavacciuolo: portate e prezzi del pranzo di Natale

Anche quest’anno presso il Cafè Cracco a Milano è stato organizzato il pranzo di Natale, con piatti ideati dallo Chef Carlo Cracco.

Il menù prevede:

  • aperitivo di benvenuto;
  • mazzancolle, porcini e salsa ricca ai crostacei;
  • cardo gobbo fondente, nocciole e castelmagno;
  • plin delle feste in brodo;
  • cappone farcito arrosto, zucca e melograno;
  • panettone della tradizione e zabaione al marsala.

Vino e bevande sono escluse ed è possibile prenotare online al prezzo di 160 euro a persona. Per cancellazioni dovute al Covid/motivi di salute (a proposito, qui le ultime sulla quarantena) documentabili verrà emesso un voucher pranzo o cena pari al valore speso usufruibile presso il Café Cracco entro il 30 marzo 2023, in tutti gli altri casi non sarà effettuato alcun rimborso.

Accoglie i propri ospiti a Villa Crespi, nella cornice del Lago d’Orta, in Piemonte, anche lo chef Antonino Cannavacciuolo.

Il menù di Natale, al prezzo di 300 euro a persona, prevede:

  • stuzzichino dello Chef;
  • tartare di tonno, lime, acqua di mozzarella e cocco;
  • castagne, porro e baccalà;
  • plin alla genovese, cremoso al parmigiano, carne cruda;
  • triglia, cime di rapa, provola affumicata;
  • pre dessert;
  • dessert Villa Crespi;
  • panettone Cannavacciuolo;
  • babà e code di aragosta.

Anche in questo caso, bevande e vini sono esclusi.

Prezzi stellati per Natale: i menù degli chef Michelin

Non solo Cracco e Cannavacciuolo, sono infatti diversi gli chef stellati che hanno pensato ad un menù ad hoc per il Natale.

Tra questi, per esempio, c’è Mariangela Susigan del ristorante Gardenia di Caluso (a Torino).

Per il pranzo del 25 dicembre la chef propone:

  • tartelletta di patata boudin e brossa, caviale d’aringa;
  • cotechino e Lenticchie 2022;
  • gambero in crosta di nocciola, zabaglione di Larice;
  • cappone nostrano, tardivo, orto in osmosi di senape, melograno;
  • capesante, finocchio, agrumi, salicornia, caffè;
  • zucca ai carboni, glassa di scalogno nero, limone fermentato e semi;
  • consommè di cappone, tajarin vegetali, zenzero e spezie;
  • ravioli di cardo liquido, burro all’acciuga e tartufo bianco d’Alba;
  • fassone di razza piemontese a lunga frollatura midollo al sale d’erbe, sedano rapa, caldarroste, vin brulè;
  • sorbetto all’erba Lippia, torrone, meringa bruciata;
  • bûche de Noël;
  • abete, caramello, cioccolato fondente;
  • dolci sorprese di Natale e caffè.

Il prezzo, 130 euro a persona, non comprende i vini.

Per un “Natale da Principi”, l’Antica Corte Pallavicina, ristorante 1 stella Michelin che si trova a Polesine Parmense (Parma), ha stilato un apposito menù per il 25 dicembre che prevede una visita alle antiche cantine di stagionatura e aperitivo di benvenuto con piccole stuzzicherie natalizie, mentre a tavola:

  • culatello Platinum Spigaroli;
  • anolini delle terre dei Pallavicino in brodo di terza;
  • bollito misto della tradizione con la mostarda e le tre salse;
  • tacchinetta del Ducato disossata con i marroni di Berceto;
  • sorbetto di Fortana con gel di limone;
  • semifreddo al panettone con salsa allo zabaione;
  • caffè e infusi di Corte.

Tra una portata e l’altra è prevista anche una degustazione di vini, il tutto al prezzo di 110 euro a persona.

Tra i ristoranti 2 stelle Michelin, invece, Il Luogo di Aimo e Nadia ha organizzato il pranzo di Natale del 25 dicembre con un menù che comprende:

  • cannolo croccante con gamberi ‘viola’ di Sanremo e limoni della Costiera;
  • tartelletta con caviale Siberian Royal;
  • ostrica Fine de Claire gratinata al profumo di dragoncello;
  • scampone di Molfetta con cime di rapa, polpa croccante delle sue chele alle rape rosse;
  • dentice del Mar Ligure con carciofi e mentuccia;
  • tortelli farciti con aragosta ligure al cipollotto e peperoncino di Diamante;
  • tagliolini al tartufo bianco d’Alba fresco;
  • rombo chiodato del Mar Tirreno in crosta di peperoni di Senise, con carote all’aceto di lamponi;
  • predessert;
  • delizia alla nocciola Tonda Gentile piemontese, amarene e cocco in neve;
  • panettone di Alessandro Negrini e Fabio Pisani.

In questo caso le bevande sono escluse, ma pagando – a persona – 160 euro in aggiunta ai 380 euro della prenotazione base, lo chef propone un abbinamento di vini a sei calici.

E a proposito di Natale, qui vi avevamo parlato dei migliori spumanti premiati nel 2022 (per festeggiare al meglio il 2023, mentre se avete già ultimato tutti gli acquisti e siete in attesa dei saldi: qui il calendario di inizio e fine, regione per regione.