Piccola grande rivoluzione per tutti i clienti Postepay: cosa cambia

Postepay ha lanciato un nuovo servizio: si chiama Open. Ecco di cosa si tratta: a cosa serve e quali clienti possono richiederlo da subito

Postepay ha lanciato un nuovo servizio, che rappresenta una piccola grande rivoluzione per tutti i clienti, futuri e non. Si chiama Postepay Open e consente di ricaricare la propria carta Postepay utilizzando i conti che si hanno anche presso altre banche: tutto online, a portata di app, senza doversi recare allo sportello o al Postamat. Ecco come funziona il servizio nei dettagli e come serve per attivarlo comodamente da casa.

Cos’è Postepay Open e come funziona

Con il servizio Postepay Open l’utente, direttamente dall’app installata su iPhone (o smartphone) e iPad (o tablet), può ricaricare le proprie carte Postepay utilizzando i conti correnti che possiede anche presso altre banche. Basta scaricare l’app Postepay, accedere con le proprie credenziali e cliccare sul pulsante ‘Ricarica da altri conti’ o ‘Gestisci Postepay Open’ che si trovano sulla homepage. Una volta sottoscritto il contratto sarà possibile utilizzare il servizio.

Si può ricaricare la propria Postepay da un conto corrente, intestato allo stesso titolare della carta, attraverso un bonifico standard o istantaneo (in base alle funzionalità messe a disposizione dalla banca). Dopo aver effettuato la tua prima ricarica con Postepay Open, inoltre, sarà possibile tenere sotto controllo e visualizzare il saldo e la lista movimenti dei conti che saranno aggiunti nell’app.

Infine, nella sezione dedicata, si potranno gestire i conti correnti di altre banche per aggiornare il consenso rilasciato, condividere le coordinate dei conti, visualizzarne le informazioni e tante altre funzionalità utili. Sempre per quel che riguarda l’universo Postepay, però, attenzione alla tassa.

Come attivare Postepay Open

Per aderire il servizio basta quindi accedere all’app Postepay, cliccaresulla sezioni ‘Gestisci da Postepay Open’ o ‘Ricarica da altri conti’ e sottoscrivere il servizio in pochi passaggi. È sufficiente avere la Firma Elettronica Avanzata (FEA), che potrà essere attivata anche durante la procedura.

Dopodiché per accedere al servizio e utilizzare Postepay Open, al titolare della carta Postepay basterà sceglierne una a lui intestata, inserendo poi i dati dell’operazione (importo e causale). Successivamente, nella sezione di scelta degli strumenti di pagamento, dovrà cliccare su ‘Aggiungi strumento di pagamento’ e selezionare la banca presso cui detiene il conto a lui intestato (o cointestato). Infine, basterà dare il consenso alla visualizzazione delle informazioni relative al proprio conto inserendo le credenziali di autenticazione forte (SCA) richieste dalla banca e confermare l’operazione di ricarica.

Cosa si può fare con Postepay Open

All’interno dell’app Postepay si avrà a disposizione una sezione dedicata alla gestione dei conti correnti selezionati per ricaricare la carta. Sarà possibile:

  • visualizzare tutti i conti di altre banche salvati nell’app e, dopo aver effettuato una prima ricarica, se ne potrà controllare il saldo e la lista movimenti, in ogni momento;
  • gestire e aggiornare i consensi per continuare ad operare con il conto e vederne i dettagli (per maggiori informazioni visita la sezione ‘Scopri di più’ – ‘gestione consensi altre banche’);
  • visualizzare e condividere le coordinate bancarie;
  • vedere l’elenco dei conti utilizzati e deciderne l’ordine di visualizzazione nell’app;
  • aggiungere un conto di un’altra banca e disporre gli ordini di pagamento verso la carta Postepay di cui si è intestatari;
  • eliminare un conto precedentemente salvato.

Per i ragazzi che vogliono una Postepay, c’è anche Postepay Green, cos’è e cosa si può fare con la nuova carta.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piccola grande rivoluzione per tutti i clienti Postepay: cosa cambia