Pensioni, consulente digitale Inps: come funziona il servizio

L'Istituto ha registrato una crescita di quasi il 10% delle domande di quattordicesima e di oltre il 20% sui supplementi di pensione

Oltre duecentomila accessi dal lancio, con una crescita di quasi il 10% delle domande di quattordicesima e di oltre il 20% sui supplementi di pensione. È un bilancio positivo quello che emerge dai numeri Inps in merito alla sperimentazione del Consulente Digitale delle Pensioni, il servizio innovativo – finanziato dal Pnrr nella linea “Intelligenza Artificiale” – che consente all’Istituto di ampliare la platea dei beneficiari delle prestazioni, agevolando il riconoscimento di diritti inespressi.

Cos’è il “Consulente digitale delle Pensioni”

Il Consulente digitale delle pensioni è un servizio personalizzato attraverso cui i pensionati, in maniera semplice, possono verificare se hanno diritto a prestazioni integrative per aumentare il proprio importo in pagamento. Il servizio contiene, inoltre, risposte ad alcune fra le richieste più frequenti dei pensionati, fornendo un aiuto personalizzato in base alla propria specifica situazione.

A chi è rivolto e come accedere 



Possono usufruire del servizio i pensionati delle gestioni pagate dall’Inps. Il servizio è raggiungibile digitando nel motore di ricerca del sito dell’Inps l’espressione “Consulente digitale” e selezionando tra i risultati il servizio “Consulente digitale delle pensioni”. In alternativa può
essere utilizzato seguendo il percorso Prestazioni e Servizi – Servizi – sotto la lettera “C”.

Percorso semplice per la verifica dei requisiti

Con il nuovo applicativo, l’Inps individua i potenziali fruitori delle integrazioni, proponendo ai pensionati interessati un percorso semplice per la verifica dei requisiti necessari e per la presentazione dell’istanza. Oltre a ridurre gli errori nella fase di trasmissione, l’Inps può così
raggiungere proattivamente quanti avrebbero diritto a un’integrazione del proprio trattamento, estendendo l’area delle tutele.

Come funziona

Il servizio è disponibile sia per gli utenti che accedono autenticandosi con le proprie credenziali, sia in modalità non autenticata. Chi inserisce le proprie credenziali avrà accesso a una selezione di informazioni personalizzate e a un percorso semplificato. Selezionando uno o più suggerimenti e rispondendo a eventuali domande del Consulente digitale delle pensioni, sarà possibile capire come procedere a eventuali richieste di ricalcolo della pensione o come recuperare le informazioni desiderate, al fine di verificare, prima di presentare un’eventuale domanda, la presenza dei requisiti per avere diritto ad alcune prestazioni integrative.

Campagna di comunicazione

Per promuovere il servizio, l’Inps ha avviato una campagna comunicativa multicanale, al fine di raggiungere la più vasta platea di utenti. Da un lato il portale dell’Istituto, dall’altro i social network – con post mirati, che hanno raggiunto oltre 500mila persone – hanno offerto ai cittadini una panoramica sul servizio, sui meccanismi di funzionamento, sulle potenzialità e sui benefici collegati.