Zero imposte sui redditi se compri casa ai Caraibi: come funziona

Perché conviene comprare casa ai Caraibi, le occasioni da non lasciarsi sfuggire

Chi compra casa ai Caraibi può ottenere incentivi molto interessanti. Perché conviene se avete le possibilità.

Per chi può permetterselo questo è il momento giusto per investire nel mercato immobiliare ai Caraibi, spiegano i consulenti finanziari. Le isole caraibiche offrono varie opportunità sia nei prezzi delle case, che sono scesi, sia negli incentivi fiscali a chi compra casa. Alcune isole, inoltre, concedono speciali permessi di residenza e addirittura la cittadinanza.

Queste opportunità sono offerte agli investitori facoltosi ma non troppo. Insomma, chi ha una certa somma da investire potrebbe farci un pensiero sul comprare casa ai Caraibi. Questi luoghi sono sempre ricercati grazie alla bellezza paradisiaca dei loro paesaggi, tra spiagge bianche di sabbia soffice, acque cristalline e vegetazione rigogliosa. Il clima, poi, permette di fare attività balneare tutto l’anno, periodo degli uragani escluso.

Dopo le devastazioni dell’uragano Irma del 2017, numerose isole stanno completando la ricostruzione e hanno avviato incentivi all’acquisto di immobili. Il mercato è in ripresa e questo è il momento ideale per comprare casa prima che i prezzi diventino troppo elevati, come spiega Knight Frank, broker internazionale specializzato in proprietà di lusso.

In 18 isole caraibiche, anche molto diverse tra loro, prese in esame da Knight Frank, i prezzi delle case vanno da circa 1.000 a 8.000 dollari al metro quadro. Si parte dalle location più economiche come Porto Rico, da 895 euro al mq, e St. Lucia, da circa 1.790 euro al mq, per arrivare a quelle più costose, come le Isole Vergini britanniche, con prezzi tra i 4.900 e i 6.300 euro al mq, e Bermuda, circa 7.100 euro al metro quadro.

Nella fascia mediana di prezzo, si possono acquistare numerose case di pregio tra poco meno di 2mila euro e 4mila euro al metro quadro. Si va dai 1.790 ai 2.240 euro al mq per i prezzi delle case nella Repubblica Dominicana e a Trinidad e Tobago, alla fascia di prezzo dai 2.240 ai 3.580 euro al mq per acquistare casa a Barbados, in Guadalupa, Martinica, alle Isole Vergini americane, a St. Martin, St. Kitts, Antigua e alle Bahamas (con i prezzi più alti di questa fascia).

Infine, si possono acquistare case tra i 3.100 e i 4.500 euro al mq sulle isole di Turks and Caicos e alle Cayman.

La case acquistate sulle isole caraibiche garantiscono ottimi rendimenti dagli affitti per le vacanze. In particolare, l’isola di Barbados, insieme alle occasioni di acquisto, garantisce un’alta redditività dagli affitti. Ad esempio, un appartamento con vista mare costa circa 5.500 euro al metro quadro, mentre il prezzo medio a settimana per l’affitto di una villa con quattro camere da letto è di circa 1.370 euro. Il turismo sull’isola è in crescita, quindi per chi può investire qui comprare casa è davvero un affare.

Non solo prezzi, diverse isole caraibiche offrono numerosi incentivi agli investitori immobiliari. Sempre a Barbados, si può ottenere un permesso speciale di residenza, Special entry reside permit, per cinque anni se si sta per diventare un proprietario immobiliare nell’isola.

Altre isole caraibiche prevedono incentivi fiscali molto interessanti: le Bahamas e le Isole Vergini britanniche concedono una esenzione totale delle imposte sui redditi personali e sui capital gain ed escludono tasse di successione a chi fa investimenti immobiliari; mentre St. Kitts e St. Nevis, St. Lucia, Antigua e Barbuda, Dominica e Grenada offrono la cittadinanza agli stranieri che investono.

Chi non può permettersi questi investimenti immobiliari ai Caraibi, può sempre comprare casa sulle montagne italiane e ottenere lo stesso buoni rendimenti dagli affitti.

Zero imposte sui redditi se compri casa ai Caraibi: come funziona