Guida Michelin 2020, le stelle assegnate e gli chef italiani premiati

Si è svolto oggi a Piacenza la Michelin star revelation, l'assegnazione "stellare" più ambita e temuta degli chef

Oggi al Teatro Municipale di Piacenza, durante la Michelin star revelation, sono state assegnate le tanto ambite (e a volte temute) stelle Michelin. Importanti premi sono stati riconosciuti ai professionisti operanti nel mondo della ristorazione, alcuni di questi si sono visti confermare ciò per cui hanno tanto lavorato mentre altri, nel vedersi togliere una delle due stelle ottenute nelle edizioni passate, hanno probabilmente lasciato l’evento con l’amaro in bocca.

Sicuramente soddisfatto tornerà a casa Enrico Bartolini, chef del Mudec di Milano che stamattina ha ottenuto la terza stella Michelin. Con lo stesso entusiasmo, inoltre, avranno lasciato l’evento anche quelli a cui è stata assegnata la prima stella Michelin, 24 in totale.

Gli chef che con la loro prima stella entreranno a pieno titolo nella Giuda Michelin 2020 sono:

  • Gianluca Gorini, ristorante Bagno di Romagna a Gorini;
  • Agostino Iacobucci, ristorante Iacobucci a Castel Maggiore;
  • Mathias Bachmann, ristorante Apostelstube a Bressanone ;
  • Senio Venturi, ristorante L’Asinello a Castelnuovo Berardenga;
  • Rocco De Santis, ristorante Santa Elisabetta a Firenze;
  • Massimo Bottura, Gucci Osteria da Massimo Bottura a Firenze;
  • Antonello Sardi, ristorante Virtuoso a Scarperia;
  • Luca Landi, ristorante Lunasia a Viareggio;
  • Paolo Griffa, ristorante Petit Royal a Courmayeur;
  • Giuseppe Stanzione, Glicine ad Amalfi;
  • Luigi Lionetti, ristorante Monzù a Capri;
  • Adriano Dentoni Litta, ristorante La Tuga a Ischia;
  • Domenico Candela, George Restaurant a Napoli;
  • Lorenzo Montoro, ristorante Il flauto di Pan a Ravello;
  • Domenico Iavarone, Josè Restaurant – Tenuta Villa Guerra a Torre Del Greco;
  • Francesco Apreda, ristorante Idylio by Apreda a Roma;
  • Felice Lo Basso, ristorante Memorie di Felix Lo Basso a Trani;
  • Giorgio Bartolucci, ristorante Atelier a Domodossola;
  • Roberto Toro, ristorante Otto Geleng a Taormina;
  • Cristian Fagone, ristorante Impronte, Bergamo;
  • Vincenzo Guarino, ristorante L’Aria a Blevio;
  • Alessandro Proietti Refrigeri, Villa Naj a Stradella;
  • Davide Puleio, ristorante L’alchimia a Milano;
  • Davide Filippetto, ristorante Storie d’amore a Borgoricco.

Sono invece state assegnate due stelle Michelin a:

  • Enrico Bartolini, ristorante Glam a Venezia;
  • e Michelangelo Mammoliti, La Madernassa Resort a Guarene.

I Ristoranti che confermano una delle due stelle ottenute sono:

  • Al Sorriso, Novara;
  • Locanda Don Serafino, Ragusa;
  • Vissani Baschi, Baschi (Terni);
  • Locanda Margon, Ravina (Trento).

Non confermano le due stelle i ristoranti:

  • I due buoi, Alessandria;
  • San Marco, Canelli (AT);
  • Pomiroueu, Seregno (MI);
  • La locanda del Notaio, Pellio Intelvi (Alta Valle Intelvi, Como);
  • Locanda stella d’oro, Soragna (PR);
  • Poggio Rosso, Castelnuovo Berardenga (SI);
  • Winter Garden by Caino, Firenze;
  • Relais Blu, Massa Lubrense/Termini (NA);
  • Mosaico, Ischia;
  • Vairo del Volturno, Vairano Patenora (CE);
  • Caffé les paillottes, Pescara;
  • La sponda, Positano;
  • Alpes, Sarentino (BZ).

All’evento sono stati anche riconosciuti dei premi speciali a ristoratori e chef che si sono distinti nell’ultimo anno per lavoro svolto e gli obiettivi raggiunti. È stato assegnato: il Premio Michelin Passion for Wine 2020 a Rino Billia di Le Petit Restaurant, il Premio Michelin 2020 per Servizio di Sala a Sara Orlanado della Locanda di Orta San Giulio, il Premio Michelin 2020 Chef Mentor a Gennaro Esposito del ristorante Torre del Saracino a Vico Equense e il Premio Michelin Giovane Chef a Davide Puleio del ristorante L’Alchimia di Milano.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Guida Michelin 2020, le stelle assegnate e gli chef italiani prem...