Esonero contributivo rioccupazione, come fare domanda: le novità

Esonero contributivo contratto di rioccupazione: l'Inps rende noti termini, scadenze e modalità per l'invio delle domande

A seguito del rilascio del modulo di richiesta dell’esonero contributivo per le assunzioni effettuate con contratto di rioccupazione, l’Inps ha reso noti termini, scadenze e le istruzioni operative e contabili relative all’invio della domanda. Le nuove modalità sono state esplicate nel messaggio n° 3050 del 09-09-2021, con il quale sono state definiti anche dati e informazioni da riportare in fase di inoltro.

Esonero contributivo contratto di rioccupazione: come presentare domanda

A decorrere dal 15 settembre 2021, all’interno dell’applicazione “Portale delle Agevolazioni”, presente sul sito internet www.inps.it, sarà reso disponibile il modulo di istanza on-line “RIOC”, volto alla richiesta dell’esonero contributivo per il contratto di rioccupazione.

L’autorizzazione alla fruizione dell’agevolazione deve essere richiesta dal datore di lavoro interessato ad ottenerla che, previa autenticazione, dovrà inoltrare tutto all’Istituto avvalendosi esclusivamente del modulo di istanza on-line “RIOC” – che altro non è che la domanda di ammissione all’esonero – fornendo le seguenti informazioni:

  • indicazione del lavoratore nei confronti del quale è intervenuta l’assunzione a tempo indeterminato con contratto di rioccupazione;
  • codice della comunicazione obbligatoria relativa al rapporto a tempo indeterminato instaurato;
  • importo della retribuzione mensile media, comprensiva dei ratei di tredicesima e di quattordicesima mensilità;
  • indicazione della eventuale percentuale di part-time nel caso di svolgimento della prestazione lavorativa a tempo parziale;
  • misura dell’aliquota contributiva datoriale oggetto dello sgravio.

Va specificato, a tal proposito, che per quanto riguarda i rapporti di lavoro part-time, la retribuzione lorda media mensile da indicare dovrà essere quella rapportata al tempo pieno, in quanto saranno le procedure telematiche a parametrare l’importo di esonero spettante alla percentuale oraria indicata.

Come va compilata la domanda di esonero contributivo per il contratto di rioccupazione

I datori di lavoro che intendono fruire dell’esonero contributivo Inps per il contratto di rioccupazione, per le sole assunzioni a tempo indeterminato effettuate nel periodo compreso tra il 1° luglio 2021 e il 31 ottobre 2021, dovranno esporre, a partire dal flusso Uniemens di ottobre 2021:

  • i nomi dei lavoratori/delle lavoratrici per i/le quali spetta l’esonero valorizzando, secondo le consuete modalità;
  • l’elemento <Imponibile>;
  • e l’elemento <Contributo> della sezione <DenunciaIndividuale>.

I datori di lavoro che invece hanno diritto al beneficio, ma hanno sospeso o cessato l’attività e vogliono fruire dell’esonero spettante, dovranno avvalersi della procedura delle regolarizzazioni (Uniemens/vig).

Contratto di rioccupazione ed esonero contributivo: i controlli Inps

L’assunzione con il contratto di rioccupazione è subordinata alla definizione, con il consenso del lavoratore, di un progetto individuale di inserimento, finalizzato a garantire l’adeguamento delle competenze professionali del lavoratore stesso al nuovo contesto lavorativo. Il progetto individuale di inserimento ha una durata di sei mesi, durante i quali trovano applicazione le sanzioni previste dalla normativa vigente per il licenziamento illegittimo. Pertanto, è onere delle parti procedere alla definizione del suddetto progetto e rispettare gli obblighi in esso previsti.

I controlli Inps potranno avvenire anche a seguito dell’autorizzazione al godimento dell’agevolazione, e saranno tutti finalizzati ad accertare l’effettiva sussistenza dei presupposti di legge per la fruizione dell’incentivo di cui si tratta.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Esonero contributivo rioccupazione, come fare domanda: le novità