Daniele Ratti: “Semplicità e integrazione fra strumenti: così si digitalizzano le partite IVA”

Abbiamo chiesto a Daniele Ratti, fondatore e CEO di Fatture in Cloud, come i regimi forfettari possono prepararsi all’obbligo di fatturazione elettronica.

Tutti coloro i quali lavorano col regime forfettario saranno presto obbligati a usare la fatturazione elettronica: in seguito all’approvazione del Consiglio UE del 13 dicembre 2021, l’Italia è autorizzata ad estendere l’obbligo di fatturazione elettronica per i forfettari.

Chi lavora con questo regime deve quindi informarsi e prepararsi adeguatamente per conoscere vantaggi, disposizioni legislative, ma anche strumenti e software necessari per gestire al meglio la fatturazione elettronica. Uno fra questi è senza dubbio Fatture in Cloud, un software nato nel gennaio 2014 e acquisito nel 2015 dal Gruppo TeamSystem. Ad oggi conta più di 400.000 clienti, che appartengono ai più vari settori: dall’edilizia alle professioni da albo, passando per gli artigiani, fino alle società di consulenza e marketing, o alle startup innovative.

Una delle parole chiave di Fatture in Cloud è “semplicità”, che ha permesso negli anni a questa piattaforma di imporsi come un importante aiuto alle partite IVA nella gestione della fattura elettronica. QuiFinanza ne ha parlato in una videointervista proprio con il fondatore e CEO di Fatture in Cloud, Daniele Ratti.