Come bloccare le telefonate dai call center anche sui cellulari: la svolta

Atteso per quest'anno il registro delle opposizioni contro il telemarketing selvaggio anche per i cellulari

Giorni contati per le chiamate indesiderate dei call center ai cellulari. Nonostante i tanti anni di rinvii nel 2022 si potrebbe arrivare alle battute finali per l’adozione dello strumento di difesa più efficace contro il telemarketing selvaggio. Dopo i rimpalli governo dopo governo, anche per i telefonini potrebbe essere presto messo a punto un registro delle opposizioni dove può inserire il proprio numero chi non vuole ricevere chiamate a scopo commerciale.

Bloccare le telefonate dai call center anche sui cellulari: cos’è il registro delle opposizioni

Così come già istituito nel 2010 per le linee fisse, il Registro Pubblico delle Opposizioni, è un servizio gratuito per l’utente che permette di opporsi all’utilizzo per finalità pubblicitarie dei numeri di telefono di cui si è intestatari e dei corrispondenti indirizzi postali associati, presenti negli elenchi pubblici, da parte degli operatori che svolgono attività di marketing tramite telefono e/o posta cartacea.

Le regole generali per l’applicazione di questo strumento anche ai cellulari sarebbero state definite nel cosiddetto “decreto Capienze”, già pubblicato in Gazzetta Ufficiale, e si attende adesso un decreto della presidenza del consiglio che attui le modifiche effettuate sui criteri che, superati i problemi tecnici, dovrebbe arrivare nel corso di quest’anno, probabilmente intorno all’estate 2022.

Nel nuovo registro saranno trasferiti in automatico tutti i numeri fissi non iscritti nell’elenco telefonico pubblico.

L’ultimo tentativo di istituzione del nuovo registro da parte del precedente esecutivo (qui avevamo parlato della fumata nera sul blocco delle telefonate ai cellulari dai call center), si era arenato sulla dimenticanza di inserire le telefonate automatiche, chiamate “robo-call”, tra quelle vietate. Un intoppo che aveva innescato delle divergenze tra il Garante delle comunicazioni e il Garante della privacy (qui abbiamo parlato del parere dell’Autorità sul telemarketing).

Bloccare le telefonate dai call center anche sui cellulari: come iscriversi al registro delle opposizioni

Gli utenti che non vorranno più ricevere telefonare indesiderate sul proprio cellulare dovranno iscriversi gratuitamente al nuovo Registro delle Opposizioni, e per farlo avranno a disposizione quattro modalità:

  • web (con la compilazione di un modulo elettronico),
  • telefono (chiamando il numero verde del Registro delle Opposizioni),
  • email (con l’invio di un apposito modulo)
  • raccomandata.

Gli operatori telefonici che svolgono attività di telemarketing avranno dunque l’obbligo di consultare il Registro e il divieto di chiamare gli utenti dopo 15 giorni dall’iscrizione.

Le telefonate pubblicitarie quindi potranno essere fatte solo ai numeri non presenti in registro, ad eccezione delle compagnie con cui l’utente ha un contratto attivo o con cui lo aveva fino a 30 giorni prima.

Anche in questo caso le aziende dovranno semplificare le modalità tramite le quali i propri clienti possono revocare il consenso (qui avevamo parlato della multa a Sky per il telemarketing aggressivo).

Bloccare le telefonate dai call center anche sui cellulari: come funziona oggi il Registro delle Opposizioni

Con il Registro delle Opposizioni ad oggi è possibile bloccare il trattamento dei propri dati personali, presenti negli elenchi telefonici pubblici, da parte degli operatori che utilizzano tali elenchi per svolgere attività di marketing tramite il telefono e/o la posta cartacea. L’opposizione non dovrebbe annullare comunque la validità dei consensi per contatti con finalità commerciali, rilasciati direttamente dagli utenti alle singole società.