Truffa Tim: finto rimborso a migliaia di utenti. Come riconoscerlo e cosa fare

La nuova truffa estiva Tim questa volta colpisce a caso un po' tutti sfruttando appunto il brand del grande operatore telefonico italiano

Fioccano anche in agosto le truffe. Via mail, via telefono, via sms, ce n’è davvero per tutti i gusti. L’ultima della serie è la nuova truffa estiva Tim, che questa volta colpisce a caso un po’ tutti sfruttando appunto il brand del grande operatore telefonico italiano.

La falsa mail Tim

La nuova truffa arriva via mail con mittente “support Tim” e oggetto della mail: “Rimborso in attesa di conferma”. Aprendola, la mail contiene poi questo messaggio:

“Abbiamo riscontrato un problema di fatturazione. A causa di un problema del nostro sistema, ti è stato addebitato un importo in eccesso. Ti dobbiamo la somma di 410,52 €. Puoi richiedere questo importo direttamente nella tua area clienti”. Poco dopo appare un bottone blu con la scritta “Entra”.

Nella seconda parte della schermata, un’altra pseudo comunicazione “ufficiale” recita:

“Questa e-mail è stata inviata dall’assistente di tim.it e ti informa che il rimborso verrà effettuato 24 ore dopo la convalida delle tue informazioni. Nota: le carte prepagate non sono accettate”.

Come capire se si stratta di una truffa

Naturalmente lo scopo dei truffatori è quello di spingere gli utenti, sedotti da un messaggio forte, a cliccare sul bottone “Entra”, in modo da essere rinviati ad un’altra pagina fake in grado di catturare i nostri dati sensibili.

Alcuni elementi della mail ci fanno capire subito che si tratta di una truffa, come l’indirizzo indicato in CC “norepIt@ameli.fr” e il fatto che al fondo della mail, nella parte in nero, compare la scritta “Telecom Italia 2015” e non 2020. Anche l’immagine, a ben guardare, appare leggermente sfuocata.

Tra le truffe più comuni, vengono “venduti” nuove offerte, falsi sconti, false comunicazioni relative ad aumenti delle tariffe, comunicazioni di fatture non pagate, ulteriori verifiche dei dati personali a causa di presunti errori nel contratto.

E dunque, a cosa prestare attenzione per evitare di incappare in truffe? Intanto non rispondete mai a mail come queste e non cliccate mai in nessuno dei link presenti. Non aprite proprio la mail. Se ricevete comunicazioni via WhatsApp, idem, perché Tim non comunica attraverso programmi di messaggistica istantanea.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Truffa Tim: finto rimborso a migliaia di utenti. Come riconoscerlo e c...