Migliaia di persone a Natale hanno ricevuto soldi (a sorpresa) sul proprio conto

La banca deposita accidentalmente più di 155 milioni di euro sui conti di diverse persone, tutto è accaduto tra il giorno di Natale e Santo Stefano

No, non è un “miracolo di Natale”, davvero migliaia di persone hanno ricevuto il 25 dicembre dei soldi – sul proprio conto – restandone completamente sorpresi (sia per l’importo che per l’erogazione). È successo a Londra, e la vicenda ha coinvolto la banca europea Santander, che ha depositato accidentalmente 130 milioni di sterline (più di 150 milioni di euro) su 75.000 transazioni.

Come migliaia di persone si sono ritrovati dei soldi in più sul proprio conto corrente, il giorno di Natale

Il deposito inaspettato, arrivato sul conto corrente di diversi clienti Santander, è stato frutto di uno sbaglio del sistema. Nello specifico, si è trattato di un errore verificatosi quando i pagamenti di 2.000 conti aziendali nel Regno Unito sono stati elaborati due volte, quindi alcuni dipendenti hanno visto raddoppiare il loro stipendio a dicembre.

“Siamo spiacenti che, a causa di un problema tecnico, alcuni pagamenti dei nostri clienti aziendali siano stati duplicati in modo errato sugli account dei destinatari”, ha dichiarato un portavoce di Santander alla CNBC.

La banca ha fatto sapere che i doppi versamenti sui conti correnti  sono stati causati da un “problema di pianificazione”, poi corretto. Ora il problema resta quello di recuperare i pagamenti errati, molti dei quali sono andati su conti bancari gestiti da banche rivali.

“Lavoreremo duramente con le banche in tutto il Regno Unito per recuperare le transazioni duplicate nei prossimi giorni”, ha comunque affermato il funzionario bancario.

Come la banca ha intenzione di recuperare i soldi versati per errore

Santander, una volta reso noto l’errore e espostasi in prima linea per rimediare, ha fatto sapere che il processo per il recupero delle risorse è un processo noto nel settore creditizio come “processo di recupero degli errori bancari”.

Tale procedimento prevede la collaborazione con gli altri Istituti bancari, con il conseguente recupero dei pagamenti accidentali. Dopo la “sorpresa di Natale”, la società ha quindi spiegato che ha la capacità di recuperare i fondi direttamente dai conti delle persone che li hanno ricevuti (senza dover chiedere apposita autorizzazione).

Chi ha registrato strani movimenti in entrata, quindi, dovrà presto mettere in conto di dover restituire tutto.

E a proposito di banche, errori e rimedi: anche in Italia si può procedere con il sequestro del conto corrente (vi spieghiamo qui come funziona), e qui le regole in vigore per il pignoramento delle somme.