Non solo Italia-All Blacks, quanto guadagnano le star del rugby

Nella top 10 dei più ricchi compare un solo neozelandese, gli stipendi maggiori in Europa e Giappone

Foto di Luca Incoronato

Luca Incoronato

Giornalista

Giornalista pubblicista e copywriter, ha accumulato esperienze in TV, redazioni giornalistiche fisiche e online, così come in TV, come autore, giornalista e copywriter. È esperto in materie economiche.

Anche nel rugby c’è una classifica dei super ricchi. Si tratta di atleti che hanno guadagnato fama e successo, anche se in uno sport che non è tra i più seguiti in Italia. I loro compensi sono nell’ordine dei milioni di euro incassati su base annuale, in cambio dei diritti per le squadre alle prestazioni sportive. Prima di iniziare, una curiosità: nella classifica 2021 – 2022 dei giocatori di rugby con lo stipendio più alto compare soltanto un All Blacks.

La classifica dei 10 giocatori di rugby più pagati al mondo

  • Owen Farrell (Inghilterra/Saraceni) – 887mila euro
  • Michael Hooper (Australia/Toyota Verblitz) – 887mila euro
  • Beauden Barrett (Nuova Zelanda/Suntory Sungoliath) – 924mila euro
  • Virimi Vakatawa ( Francia/Racing 92) – 924mila euro
  • Maro Itoje (Inghilterra/Saraceni) – 948mila euro
  • Cheslin Kolbe (Sud Africa/Tolone) – 1 milione di euro
  • Finn Russell (Scozia/Racing 92) – 1 milione di euro
  • Eben Etzebeth (Sud Africa/Tolone) – 1,06 milioni di euro
  • Charles Piutau (Nuova Zelanda/Bristol Bears) – 1,18 milioni di euro
  • Handre Pollard (Sudafrica/Montpellier) – 1,18 milioni di euro

Un’analisi della top 10: dove giocano, chi sono gli sportivi più pagati

La classifica va dal giocatore meno pagato al giocatore con lo stipendio più alto, quindi procede in crescendo, ed è una top 10. Si noterà, tuttavia, che alcuni player possono essere allineati sulla stessa posizione grazie a uno stipendio equivalente. Si tratta di Owen Farrell e Michael Hooper; Beauden Barrett e Virimi Vakatawa; Cheslin Kolbe e Finn Russell. C’è un testa a testa anche in prima posizione ed è quello tra Charles Piutau e Handre Pollard.

Cosa ci dice questa classifica? Innanzitutto ci parla del divario retributivo tra i giocatori di rugby che militano in Nuova Zelanda e quelli che invece giocano in Europa e Giappone. Tali cifre inoltre tengono conto soltanto dei guadagni in campo e non includono eventuali royalties ottenute grazie agli sponsor, sono inoltre da considerare al lordo delle tasse.

L’unico All Blacks, che, per inciso, è il team nazionale della Nuova Zelanda di rugby, è quindi Beauden Barrett, ma attenzione: Barrett ha appena firmato con i giapponesi del Suntory Sungoliat, ed è proprio grazie all’accordo quasi milionario che ha trovato spazio in questa classifica, in qualità di unico neozelandese.