Mediaset chiude tre storici tg? Cosa si sa e cosa cambia

Tre colossi dell'informazione televisiva sarebbero in procinto di chiudere. Cosa cambia per gli italiani e cosa succede ai lavoratori

In molti avrete letto in queste ora la notizia della chiusura imminente di tre colossi dell’informazione televisiva italiana: Tg4, Studio Aperto e Sport Mediaset, che dopo trent’anni starebbero per dire addio agli italiani. I tre storici telegiornali di Rete 4, Italia 1 e l’approfondimento sportivo di Mediaset, secondo le fonti riprese su più giornali, alcuni anche autorevoli, sarebbero sull’orlo di chiudere.

La notizia è rimbalzata rapidamente da un sito all’altro, ma come spesso accade ingigantendo tutto. Proviamo a fare chiarezza. Ciò che sappiamo di certo, come anticipato alcune settimane fa, è che Il “Biscione” cambia pelle.

Con una decisione all’unanimità il CdA di Mediaset ha stabilito di proporre all’assemblea degli azionisti, che sarà convocata per il prossimo 25 novembre, la modifica della denominazione della società in Mfe-Mediaforeurope e l’introduzione di una struttura azionaria a doppia categoria (qui trovate tutte le info in merito).

Tg4, Studio Aperto e Sport Mediaset: le novità

Riguardo alle chiusure cosa sappiamo invece? Il Tg4 è il notiziario di Rete 4, a cura della redazione di NewsMediaset. È diretto da Andrea Pucci e coadiuvato da Rosanna Ragusa in qualità di condirettrice. La prima edizione, resa possibile grazie alla concessione della diretta alle reti private fornita dalla contesta Legge Mammì, andò in onda per la prima volta il 29 luglio 1991, diretta da Edvige Bernasconi, che avrebbe poi lasciato il posto nel giugno 1992 a Emilio Fede, all’epoca ancora direttore del primo telegiornale della Fininvest, Studio Aperto, in onda su Italia 1.

Studio Aperto è il telegiornale di Italia 1, anch’esso curato dalla redazione di NewsMediaset. Diretto da Andrea Pucci e coadiuvato da Anna Broggiato, è in onda dal 16 gennaio 1991 e si rivolge al mondo giovanile, target di riferimento della rete.

Sport Mediaset, fino al 25 agosto 2012 Studio Sport, è il brand Mediaset che produce programmi sportivi e gestisce i diritti degli eventi in onda sui propri canali. Dal 17 giugno 2019 inglobata anch’essa in NewsMediaset, va in onda alle 13:10 su Italia 1 dal lunedì al sabato, con un’edizione domenicale in estate e nelle pause della Serie A.

Iniziamo col dire che Mediaset non chiude il Tg4, né Studio Aperto né tanto meno Sport Mediaset. Tuttavia, una piccola rivoluzione c’è, anche se i tg non scompaiono. Si tratta in verità di una riorganizzazione interna delle “line” di tutte le testate in un’ottica di ottimizzazione.

Cosa cambia per telespettatori e giornalisti

A chiarirlo sono stati fonti interne a Mediaset all’Adnkronos, spiegando che l’unico cambiamento visibile sarà il cambio di nome di News Mediaset in TgCom. Loghi e volti delle testate resteranno differenziati.

I cambiamenti, spiega apprende l’Adnkronos citando le stesse fonti, avverranno senza licenziare nessuno ma con il ricorso ad esodi incentivati. In 3 anni sono previsti 45 prepensionamenti incentivati su base volontaria. Ma negli stessi 3 anni sono previste le assunzioni di 15 giovani giornalisti.

Dal 29 novembre l’obiettivo del Biscione è puntare ancora di più su TgCom24, che festeggerà i suoi 10 anni di informazione con alcune novità e una nuova veste. Secondo quanto anticipato da Tvblog, con anche immagini di rendering, lo storico studio 15 di Cologno Monzese sarà rinnovato e sarà condiviso proprio con Studio Aperto, Tg4 e Sport Mediaset.

Dopo la rivoluzione dei canali in HD (qui trovate come sono cambiati i canali Mediaset e come risintonizzarli), ovvio che centralizzare e razionalizzare più redazione giornalistiche, agevolare la pensione ai volti storici e inserire giornalisti giovani significa meno sprechi e soprattutto un taglio ai costi piuttosto netto.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mediaset chiude tre storici tg? Cosa si sa e cosa cambia