Trasporti, ancora uno sciopero venerdì 16 dicembre: gli orari

Giornata nera per chi si sposta coi mezzi pubblici, da Nord a Sud. Cgil e Uil hanno organizzato iniziative regionali per protestare contro la Manovra

Arriva un altro venerdì nero per quanto riguarda il settore del trasporto pubblico in Italia. Il 16 dicembre è però soltanto l’ultimo di una serie di giorni che hanno visto numerosi scioperi generali regionali, proclamati dai sindacati in segno di protesta contro la Manovra finanziaria voluta dal Governo Meloni (ne avevamo parlato qui).

Le giornate più difficile per chi si sposta con mezzi pubblici sono sicuramente giovedì 15 e venerdì 16 dicembre. Lo stop coinvolge bus, metro e trasporto ferroviario urbano ed extraurbano e provocherà disagi per gli utenti, alle prese anche con maltempo e temperature più basse.

Dove ci sarà lo sciopero dei mezzi

A incrociare le braccia è praticamente tutta l’Italia del trasporto pubblico, da Sud a Nord. Il 14 dicembre la Regione apripista è stata la Calabria, seguita a ruota da Umbria, Sicilia, Provincia autonoma di Trento e Valle d’Aosta. Giovedì è invece toccato a Veneto, Puglia, Marche, Piemonte e Abruzzo.

Venerdì a incrociare le braccia saranno infine i lavoratori di Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Provincia autonoma di Bolzano, Campania, Liguria, Toscana, Basilicata, Lombardia, Molise, Lazio e Sardegna.

La circolazione dei treni

Capitolo treni. Le segreterie regionali dei sindacati Filt-Cgil e Uiltrasporti hanno proclamato lo sciopero del personale del gruppo FS Italiane dalle 9 alle 17 di venerdì 16 dicembre, ha reso noto il gruppo FS.

Lo stop comporterà dunque possibili disservizi per i convogli Trenitalia lungo le tratte nazionali di tipo Intercity e Regionali. Resta invece regolare la circolazione delle Frecce.

Da Roma a Milano: gli orari

A livello di città, i disagi riguarderanno tutti gli ambiti di trasporto metropolitano.

Roma

Nella Capitale bus, tram e metro di Atac si fermeranno in orario serale, dalle 20 alla mezzanotte. Disagi anche per quanto riguarda i collegamenti extraurbani.

Milano

Allo sciopero nazionale partecipano anche i lavoratori di Atm di Milano. Il personale viaggiante e di esercizio sia di superficie sia della metropolitana potrà bloccarsi nella fascia oraria che va dalle 18 alle 22. Per le Linee Autoguidovie i bus potrebbero risentire della mobilitazione tra le 18 e le 21:59, mentre la funicolare Como-Brunate potrebbe registrare disagi fra le 8:30 e le 12:30.

Torino

Lo sciopero in Piemonte ha preso il via giovedì, coinvolgendo sia il settore pubblico sia quello privato. Per quanto riguarda il trasporto pubblico locale di Torino, l’astensione dal lavoro si registrerà tra le 10 e le 14 per i servizi di bus extraurbani e tra le 18 e le 22 per il servizio urbano, suburbano e per la metropolitana.

Bologna

In Emilia-Romagna il personale viaggiante dei servizi automobilistici e filoviari Tper di Bologna e Ferrara (bus e corriere) incrocerà le braccia dalle 11:30 alle 15:30.

Napoli

In tutta la Campania il trasporto pubblico locale resterà fermo dalle ore 9 alle ore 13. Resterà invece regolare la circolazione del trasporto passeggeri a lunga percorrenza (Intercity e Alta Velocità) e saranno garantiti i treni interregionali.

Genova

Lo sciopero in Liguria è esteso a 24 ore nel trasporto pubblico locale e per i porti. I lavoratori marittimi ritarderanno di 4 ore la partenza nave, mentre i rimorchiatori resteranno fermi per 12 ore, tranne che per svolgere servizi essenziali. Possibili disagi e cancellazioni per i treni dalle ore 9 alle ore 17.