Quanto vale il Premio Nobel per la Medicina e chi lo ha vinto

I vincitori del Premio Nobel, come il ricercatore Svante Pääbo, ricevono una preziosa medaglia, un diploma e una cospicua somma di denaro

Il Nobel per la Medicina 2022 è stato assegnato allo svedese Svante Pääbo, 67 anni, per le sue scoperte sul genoma dei nostri antenati. Si deve allo scienziato la creazione di un nuovo campo di ricerca, la paleogenomica, che unisce gli strumenti classici della paleontologia ai moderni mezzi delle scienze biomediche. Classe 1955, è stato tra i primi a estrarre il DNA dai fossili di ominidi e analizzarlo. Con importanti risultati per lo studio dell’evoluzione e della storia dell’uomo. Un campo di ricerca totalmente rivoluzionato anche dalle sue scoperte.

Grazie a lui, infatti, è emerso che nel nostro genoma sono presenti le tracce dell’Uomo di Neanderthal e dell’Uomo di Denisova, che in passato erano considerate specie distanti dall’Homo sapiens.

Chi è Svante Pääbo, Premio Nobel per la Medicina e “figlio d’arte”

Svante Pääbo ha studiato all’Università di Uppsala, in quello di Zurigo e poi alla Berkeley di San Francisco. In seguito è approdato all’Università di Monaco. Nel 1999 ha fondato, a Lipsia, l’Istituto Max Planck per l’Antropologia evoluzionistica, dove lavora attualmente. È anche docente all’Istituto di Scienza e Tecnologia di Okinawa, in Giappone.

È membro dell’Organizzazione europea di Biologia molecolare e di prestigiose accademie. Come la Royal Society inglese, l’Accademia Nazionale delle Scienze negli Stati Uniti, l’Accademia delle Scienze in Francia, l’Accademia Cesarea Leopoldina in Germania e l’Accademia Nazionale dei Lincei in Italia.

Inoltre è un figlio d’arte. Esattamente 40 anni fa, nel 1982, suo padre Sune Karl Bergström fu insignito del Premio Nobel per la Medicina. Svante Pääbo porta il cognome della madre, la chimica estone Karin Pääbo, perché fu concepito in una relazione extraconiugale.

Come si fa a vincere il Premio Nobel e quali sono i riconoscimenti

Ma cosa significa esattamente vincere il Premio Nobel, e quanto vale questo ambito riconoscimento? Ogni anno il Comitato Nobel invia ad alcune persone selezionate ed esperte del proprio settore una lettere, chiedendo di indicare una persona meritevole di vincere il premio nel proprio ramo.

Una volta raccolte le candidature e stilata la lista definitiva dei nominati, i membri di vari enti (istituti, accademie e comitati parlamentari) eleggono il vincitore o i vincitori di ogni disciplina con un voto espresso con maggioranza assoluta, al termine del quale avviene subito l’annuncio del nome. Di seguito i sei premi attuali.

  • Premio Nobel per la Pace.
  • Premio Nobel per la Letteratura.
  • Premio Nobel per la Medicina.
  • Premio Nobel per la Fisica.
  • Premio Nobel per la Chimica.
  • Premio Nobel per l’Economia.

Spesso i nomi indicati per la vittoria causano polemiche. Come nel caso di Luc Montagner (qua la sua biografia), al centro delle polemiche ben prima delle bizzarre teorie sulla papaya, il Covid e la memoria dell’acqua. Nel 2008 infatti ricevette il premio, insieme alla ex compagna Françoise Barré-Sinoussi, per la scoperta dell’HIV. Non lo vinse invece Robert Gallo, che ebbe un ruolo cruciale negli studi sul virus dell’immunodeficienza umana e collaborò attivamente con gli altri due ricercatori.

Quanto vale il Premio Nobel e quanti soldi vengono dati ai vincitori

Il vincitore di un Premio Nobel viene insignito di una medaglia coniata in oro verde a 18 carati placcato in oro a 24 carati. Pesa circa 175 grammi e ha un diametro di 66 millimetri e uno spessore compreso tra i 5,2 e i 2,4 millimetri. I “laureati”, cioè i vincitori dell’onorificenza, ricevono poi un diploma direttamente dal Re di Svezia.

L’unica eccezione è quella del Nobel per la Pace, con l’attestato consegnato dal presidente della Commissione norvegese istituita ad hoc ogni anno all’interno dello Storting, il Parlamento di Oslo.

Oltre alla medaglia e al diploma, il vincitore di un Premio Nobel riceve anche una somma di denaro pari a 10 milioni di corone svedesi, poco meno di 1 milione di euro. Per prassi i vincitori donano questa cifra a enti e associazioni che si occupano di ricerca scientifica, patrimonio culturale o cause umanitarie.

Chissà se anche quest’anno a vincere l’ambito premio in qualche disciplina sarà un italiano, come è successo l’anno scorso con il Premio Nobel per la Fisica a Giorgio Parisi. Ve ne parlammo qua. Sapete invece quanto vale il Premio Oscar? Lo abbiamo calcolato qua.