Docente italiana uccisa dal marito: cosa sappiamo

Antonella Castelvedere lavorava come docente universitaria in Inghilterra, dove si era trasferita 25 anni fa dalla provincia di Brescia. È stata colpita più volte con un coltello

La tragedia dei delitti contro le donne si arricchisce di un nuovo drammatico episodio. Una cittadina italiana, la 52enne Antonella Castelvedere, è stata uccisa nella sua abitazione nel borgo di Colchester, in Inghilterra. Qui la donna si era trasferita 25 anni fa e lavorava come professoressa universitaria. Per l’omicidio è stato arrestato il marito (l’Italia è sotto choc anche per la morte di diversi bambini: ne abbiamo parlato qui).

Chi era Antonella Castelvedere

Originaria di Bagnolo Mella (Brescia), la vittima aveva 52 anni e viveva nella contea dell’Essex col marito e la figlia di 12 anni. Insegnava Letteratura inglese col titolo di “docente Senior” presso l’Università del Suffolk ed era referente del Corso di Laurea magistrale. Sul sito dell’università si legge che aveva una “lunga esperienza nel migliorare l’esperienza degli studenti attraverso la leadership accademica, la progettazione innovativa del curriculum e le partnership professionali”.

Antonella Castelvedere teneva anche lezioni in un Master di Scrittura creativa e critica ed era anche autrice di un libro, tradotto in varie lingue, intitolato “Dimensioni della delicatezza: La poetica e la politica della delicatezza nella poesia di Keats, Rilke e Pasolini“. La donna tornava molto di rado in Italia, come testimoniato da un cugino a Il Giornale di Brescia: “Forse solo un paio di volte in tutto”.

Il delitto e il movente

Quando la polizia è intervenuta sul luogo del delitto, mercoledì mattina in Wickham Road, Antonella era ancora viva. Le ferite erano però troppo gravi e non ce l’ha fatta. Sul posto gli agenti hanno trovato anche il marito, ferito anch’egli, arrestato con l’accusa di omicidio e portato in ospedale per essere curato.

Anche il coniuge di Antonella, cittadino anglo-turco di quattro anni più giovane di lei, era un professore: insegnava però matematica ed era precario. Secondo gli investigatori, i rapporti tra i due erano tesi da tempo. Il movente sarebbe legato all’invidia che l’uomo nutriva nei confronti del successo accademico della moglie, stimata dai suoi studenti e apprezzata per i suoi saggi.

Il femminicidio sarebbe avvenuto al culmine di una lite, in cui la docente è stata colpita più volte anche con un coltello. È accaduto tutto all’interno della loro abitazione. La polizia ha avuto pochi dubbi sull’assassino fin dal primo momento. “Non stiamo cercando nessun altro”, aveva infatti dichiarato l’ispettore capo Antony Alcock (qui invece abbiamo parlato di Roberto Brunetti, l’attore trovato morto a Roma).

Le indagini proseguono

La polizia continua a indagare per ricostruire tutti i particolari della tragedia. In un primo momento si era ipotizzata una rapina finita male: la polizia era intervenuta in seguito a un allarme, ricevuto non si da chi, proprio per “rapina in corso”. L’unica pista è però diventata quella dell’uxoricidio.

Il giorno del funerale della donna verrà proclamato lutto cittadino a Colchester, come anticipato dall’amministrazione comunale.

A chi sarà affidata la figlia di 12 anni?

La figlia dodicenne di Antonella Castelvedere non si trovava in casa al momento della tragedia. La piccola è stata portata in una comunità protetta, in attesa che si capisca chi potrà prendersi cura di lei. I nonni dall’Italia si sono attivati con la Farnesina per discutere l’affidamento.