Caro gas, gli italiani vanno al risparmio: nel 2022 consumi ridotti

Gli italiani vanno al risparmio e tagliano i consumi del gas: il 2022 è l'anno della grande riduzione nonostante la grave crisi del gas

Foto di Pierpaolo Molinengo

Pierpaolo Molinengo

Giornalista economico-finanziario

Giornalista specializzato in fisco, tasse ed economia. Muove i primi passi nel mondo immobiliare, nel occupandosi di norme e tributi, per poi appassionarsi di fisco, diritto, economia e finanza.

Il 2022 sarà di certo ricordato come l’anno dello scoppio della guerra in Ucraina, che volge ormai al compimento del primo anniversario, e delle conseguenti crisi innescate dal conflitto nato a causa dell’invasione russa. Come dimenticare i rincari dei prezzi di carburanti, prodotti di prima necessità, l’aumento dei costi delle bollette di luce e gas e il timore dell’arrivo dell’inverno più freddo degli ultimi anni.

È stato un anno di sacrifici e di crisi economica, con l’inflazione ai massimi livelli, ma è stato anche un 2022 all’insegna del risparmio per cercare di affrontare, come possibile, i rincari che ogni giorno hanno portato a numerose stangate nelle tasche degli italiani.

Il 2022 è l’anno del risparmio del gas

Mentre i mutui sembra diventare sempre meno accessibili, con la crisi che si è riversata anche in banca, gli italiani hanno cercato di far fronte alla crisi cercando di risparmiare. Dove se non in casa? Vi abbiamo parlato dei tanti metodi per cercare di mantenere nei limiti i consumi tra le mura domestiche, ma è l’effetto nella vita di tutti i giorni che ha fatto segnare una svolta importante per milioni di italiani.

Il 2022, infatti, secondo quanto riferito nei dati del ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, è stato l’anno del grande risparmio sul gas, con i consumi degli italiani che sono diminuiti in maniera drastica rispetto al 2021. Non parliamo di cifre esagerate, ma quanto basta per poter tirare un sospiro di sollievo e, soprattutto, aver provocato il crollo del prezzo del gas alla borsa Ttf.

Parliamo del 10% di risparmio su base annua, più precisamente del 9,8% rispetto al 2021, cifre che hanno permesso agli italiani di ridurre sì i consumi, ma anche di poter destinare le cifre accantonate per altri scopi.

Consumi gas ridotti, i numeri del 2022

I cittadini e le imprese italiane hanno quindi trovato il modo di risparmiare gas nel 2022. Nel bilancio pubblicato dal ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, infatti, i consumi lordi relativi al 2022 sono scesi del 9,8% rispetto al 2021, con picchi di risparmio a novembre quando sono stati tagliati addirittura del 27% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Dalla media annua può però venire estrapolato il dato mensile, notando come dallo scoppio della guerra in poi – e soprattutto con l’arrivo dell’inverno – gli italiani sono riusciti a ridurre i consumi. La diminuzione dei consumi si è intensificata infatti a settembre con un taglio di quasi un quinto del consumo di gas rispetto allo stesso mese del 2021, mentre ottobre sono stati usati 4,2 miliardi di standard metri cubi di gas con un risparmio del 24% rispetto a un anno prima.

Ancora più accentuato il taglio di novembre (-27%), mentre a dicembre invece si è tornati a fare economia come a ottobre con un consumo di 7,4 miliardi di standard metri cubi rispetto ai 9,7 del 2021 con una riduzione del 24%.

Il risparmio si va a inserire in un quadro dell’anno in cui l’Italia ha triplicato le esportazioni di gas, che sono passate da 1,5 miliardi di standard metri cubi a 4,6. Invariata invece la produzione nazionale di metano, ferma a 3,3 miliardi. Stabili anche le importazioni (72 miliardi), nonostante il taglio delle esportazioni deciso dalla Russia nel corso dei mesi.