Scoppia il caso Elisabetta Franchi: cosa è successo

L’affermata imprenditrice e stilista emiliana si è lasciata andare a considerazioni non convenzionali sul ruolo femminile nel mondo del lavoro: cosa ha detto

“Quando decidi di mettere una donna in una carica importante, se è davvero un posto molto prestigioso poi non ti puoi permettere di non vedere quella persona per due anni. Io da imprenditrice spesso ho puntato sugli uomini. Io oggi le donne le ho coinvolte ma quelle sopra una certa età, quelle ‘anta’, perché se dovevano sposarsi o fare figli hanno già concluso questi passaggi”.

Parafrasandole rispetto al messaggio colloquiale, ma sono proprio queste le parole usate da Elisabetta Franchi, imprenditrice e stilista dell’omonimo brand di moda, nel corso dell’intervento realizzato durante il convegno “Donne e moda: il barometro 2022” organizzato da PwC Italia (azienda fornitrice di consulenze legati e finanziarie con sede a Milano) in collaborazione con il quotidiano Il Foglio.

Forte polemica per le parole dell’imprenditrice emiliana

Dichiarazioni che sono arrivate in risposta a diverse domande che le sono state poste sulla difficoltà che devono affrontare la madri lavoratrici, uno dei temi cardine della giornata di incontri svoltasi ieri (sabato 8 maggio) in occasione della Festa della Mamma di oggi. Ma le sue considerazioni non si sono fermate solamente al cosiddetto “vetro di cristallo” – ossia il sistema che impedisce alle donne di fare carriera all’interno delle realtà aziendali, relegandole alle mansioni e nei ruoli secondari – ma hanno spaziato su tutto quello che riguarda la figura femminile all’interno del mondo del lavoro.

“Adesso io ragiono con voi parlando dalla parte dell’imprenditrice” ha detto rivolgendosi alla platea di persone presenti: “Se quella posizione è scoperta perchè quella donna è assente per due anni per conseguenze della maternità, dopo che un imprenditore ci investe tempo, energia e denaro, questo è un problema. Anche io da responsabile della mia azienda, spesso ho puntato sugli uomini e questo lo potete capire bene senza che io vi spieghi il perché”.

“Perchè una donna non viene aiutata” le ha replicato la giornalista e moderatrice dell’incontro Fabiana Giacomotti, forse sperando di portare su altri binari il ragionamento, chiedendole anche come lei stessa avesse fatto a fare carriera, dato che è madre di due figli. Ma Elisabetta Franchi ha tirato dritto, proseguendo nel suo discorso sulla falsa riga di quanto appena detto.

Il fattore dell’età e le scelte di Elisabetta Franchi sulle assunzioni

L’imprenditrice di moda ha parlato di come abbia inserito anche un’altra variabile nella selezione delle sue collaboratrici, ossia quella dell’età. “Intanto va fatta una premessa – ha dunque proseguito – perchè io oggi le donne le ho messe ma sono ‘anta’, superano una certa età. Anche questo è un elemento da tenere in considerazione, va detto ed è inutile nasconderlo“.

Parole che hanno scosso ancora di più i presenti, attoniti per le dichiarazioni di un’affermata stilista che però – a detta di molti – non ha fatto altro che parlare chiaramente e fuori dai denti descrivendo una situazione che tutti conoscono ma che in molti fanno finta di non vedere, preferendo non parlarne.

“Queste donne se dovevano sposarsi si sono già sposate, se dovevano far figli li hanno già fatti e se volevano separarsi hanno già fatto anche quello. Quindi diciamo che io le prendo quando hanno già fatto tutti i giri di boa e sono lì belle tranquille con me al mio fianco e lavorano h24” ha spiegato Elisabetta Franchi, aggiungendo che “questo è importante, un problema che gli uomini invece non hanno”.