Quali sono i premi per i vincitori della Champions League

Scopri come viene determinato l'ammontare del montepremi della Champions e a chi viene assegnato

Foto di Mario Esposito

Mario Esposito

Freelance copywriter and content writer

Copywriter e SEO content editor attivo da diversi anni, oggi scrivo testi e contenuti per il web spaziando in modo versatile su diverse tematiche.

La Champions League è la principale competizione europea calcistica per club, un evento che vede partecipare ogni anno le squadre meglio posizionate nei vari campionati nazionali secondo quelle che sono le regole stabilite dall’UEFA.

La federazione, inoltre, definisce annualmente contributi e premi da versare ai club partecipanti, a partire dalla fase a gironi fino ad arrivare alla finale, cifre milionarie che fanno gola alle società a caccia non solo del risultato sportivo ma anche dei massimi introiti: qual è dunque il montepremi Champions League UEFA e come viene suddiviso nelle diverse fasi del torneo?

I premi per i vincitori della Champions League

La Champions League è considerata il torneo calcistico per club più prestigioso a livello europeo, dal momento che a esso partecipano le 32 società che hanno ottenuto i migliori piazzamenti in ambito nazionale. A quella che un tempo era conosciuta come Coppa dei Campioni, infatti, accedono infatti i club che hanno vinto il titolo nazionale e una o più squadre (a seconda del Paese di provenienza e dei posti assegnati dall’UEFA) posizionatesi subito dopo.

Oltre a essere una competizione di grande importanza dal punto di vista sportivo, la Champions League permette ai team partecipanti di ottenere anche interessanti introiti economici, che aumentano man mano che ci si qualifica alle fasi successive: ciò alimenta ancora di più l’interesse da parte delle società verso il torneo, sia per il prestigio in caso di un risultato positivo che per i guadagni conseguibili.

I premi Champions League 2022/2023 non sono cambiati rispetto alla precedente edizione e prevedono il versamento di somme a tutti i club, già soltanto per la partecipazione. Man mano che i team riescono a qualificarsi per le fasi successive, possono ottenere ulteriori premi fino ad arrivare ai riconoscimenti milionari per la qualificazione alla finale e per la vittoria della coppa.

Nello specifico, risulta che l’UEFA ha stanziato per l’intera competizione oltre 2 miliardi di euro, suddivisi tra i 32 club partecipanti in base ai posizionamenti ottenuti nel corso del torneo. Prima di vedere quali siano i premi vittoria Champions League è dunque interessante osservare la ripartizione delle somme stanziate già nei turni precedenti.

Dai gironi alla finale: i premi per le squadre partecipanti alla Champions League

L’UEFA premia tutte le squadre che prendono parte alla Champions League, attribuendo parte delle somme stanziate sin dalla fase a gironi. In particolare, la quota fissata per la parte iniziale del torneo viene suddivisa in questo modo:

  • 30% (ossia oltre 600 milioni di euro) come importi fissi attribuiti alle prestazioni;
  • 30% (altri 600 milioni) assegnati attraverso il calcolo dei coefficienti di rendimento su base decennale;
  • 25% (circa 500 milioni di euro) come quote di partenza;
  • 15% (300 milioni) per quote variabili legate al market pool.

I 500 milioni previsti per la quota di partenza vengono dunque suddivisi tra i 32 club qualificati, che ricevono pertanto 15,6 milioni di euro con un acconto di 14,8 milioni. Per quanto riguarda la parte destinata come premio per i risultati (600 milioni), questi vengono attribuiti assegnando 2,8 milioni di euro per ogni vittoria e 930mila euro per i pareggi: tutti gli importi non distribuiti vengono redistribuiti alla fine dei gironi secondo un calcolo proporzionale che tiene conto del numero delle vittorie ottenute dalle squadre.

Al termine dei gironi, 16 squadre risultano qualificate alla fase a eliminazione diretta, nella quale l’UEFA premia di volta in volta coloro che passano il turno: i club che si qualificano agli ottavi ottengono 9,6 milioni di euro; 10,6 milioni vanno invece alle squadre qualificate ai quarti; 12,5 per la qualificazione alle semifinali e, infine, 15,5 a testa per i due club che accedono alla finale.

Montepremi finale Champions League: quanto guadagnano i club qualificati

Come anticipato, le due squadre che riescono a raggiungere la finale di Champions League ricevono dall’UEFA un premio di 15,5 milioni di euro, cifra a cui si aggiunge il montepremi vincitore Champions League di 4,5 milioni destinato al club che porta a casa il trofeo. Calcolando tutti i premi previsti nelle varie fasi della competizione, in pratica, la squadra vincente può arrivare a un massimo di 85 milioni di euro circa.

Non solo, il team che vince la Champions League, in quanto qualificato alla Supercoppa UEFA, ottiene un ulteriore riconoscimento di 3,5 milioni di euro (stessa cifra anche all’altra squadra qualificata come vincente dell’Europa League), ai quali si somma in caso di vittoria un altro milione di euro.