Attenzione a questi due farmaci: l’Ema lancia l’allarme sui rischi

L'Ema fa sapere che la combinazione di codeina e ibuprofene può causare seri danni all'organismo e portare anche alla morte dei pazienti

L’Ema, l’Agenzia europea per i medicinali, ha dato nuove indicazioni sull’uso combinato di due principi attivi contenuti in farmaci di uso comune, che potrebbe causare gravi danni all’organismo e condurre addirittura alla morte se prolungato nel tempo e con dosi più alte di quelle raccomandate dalle autorità sanitarie. Si tratta della codeina e dell’ibuprofene, un oppiaceo e un antinfiammatorio prescritti frequentemente per il trattamento del dolore.

L’uso ripetuto di codeina e ibuprofene insieme può portare anche dipendenza e all’abuso dei farmaci che li contengono a causa delle proprietà dell’oppiaceo.

Cambia il foglietto illustrativo di codeina e ibuprofene: i nuovi effetti collaterali

La Commissione di farmacovigilanza e valutazione del rischio dell’Ema ha preso in esame diversi casi di tossicità renale, gastrointestinale e metabolica riportate in associazione con l’assunzione, l’abuso e la dipendenza da una combinazione di codeina e ibuprofene. In molti dei quali l’esito è stata la morte.

L’uso prolungato e ad alte dosi dei due principi attivi combinati causa infatti danni ai reni, creando un accumulo di acidi nel sangue (acidosi tubulare renale o ATR). Il malfunzionamento dei reni può anche portare a una bassa concentrazione di potassio nel sangue (hipocalemia), che può causare sintomi come debolezza muscolare e vertigini.

Tutti questi effetti sull’organismo saranno pertanto aggiunti ai foglietti illustrativi dei medicinali che contengono codeina e ibuprofene come nuovi effetti collaterali. Ma le decisioni dell’Ema non si limitano alla sola modifica dei bugiardini.

Cosa cambia per la prescrizione di combinazioni di codeina e ibuprofene in Italia

In commercio esistono farmaci che contengono entrambe le molecole, la cui combinazione è autorizzata a livello nazionale e non comunitario. Anche in Italia questi medicinali possono essere acquistati. Per questo l’Ema ha provveduto ad allertare le autorità competenti, nel nostro caso l’Aifa, che a loro volta dovranno aggiornare i professionisti e i pazienti sui rischi e i danni causati dall’abuso e dalla dipendenza di codeina e ibuprofene combinati.

Dalle valutazioni della Commissione di farmacovigilanza e valutazione del rischio dell’Ema è inoltre emerso che queste tipologie di medicinale sono spesso fornite in diversi Paesi senza prescrizione medica.

In Italia è necessaria la ricetta medica non ripetibile (RNR), e dunque prima di acquistare il farmaco è sempre necessario avere l’autorizzazione del proprio medico di Medicina generale. Anche in altri stati non è possibile acquistare combinazioni di codeina e ibuprofene. Tuttavia molti pazienti potrebbero riuscire a rifornirsi online – col rischio tra l’altro di acquistare prodotti contraffatti, come spiegato qua.

Per questo l’indicazione dell’Ema ai Paesi membri dell’Unione Europea è quella di rendere obbligatoria la prescrizione di queste categorie di farmaci in tutto il territorio comunitario. Inoltre la Commissione sottolinea che i medici dovrebbero prestare ancora più attenzione alla storia del paziente e della possibile inclinazione alle dipendenze e all’abuso di farmaci prima di prescrivere le due molecole in combinazione.

A proposito di medicinali, da oggi potrebbe essere molto difficile trovare una lunga serie di farmaci in Italia, come anticipato qua. Alla base della penuria di prodotti anche nelle farmacie ci sono i rincari e l’inflazione, ormai arrivata a livello record. Ve ne abbiamo parlato qua.