Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE): cos’è e a cosa serve

Il FSE contiene il percorso clinico dei cittadini, rappresentato da un insieme di dati e documenti digitali sanitari e socio-sanitari

Il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) è uno speciale strumento che consente ai cittadini italiani di ricostruire la propria storia clinica.

Un modo attraverso il quale il cittadino può tracciare e consultare tutta la storia della propria vita sanitaria, condividendola con i professionisti sanitari per garantire un servizio più efficace ed efficiente.

Cosa contiene il Fascicolo Sanitario Elettronico

Contiene infatti il percorso clinico dei cittadini, rappresentato da un insieme di dati e documenti digitali sanitari e socio-sanitari.

I documenti sono generati sia dal sistema sanitario pubblico che anche da soggetti privati, cioè non operanti nel Servizio Sanitario Nazionale (SSN), e relativi a eventi clinici, anche passati, che ci riguardano. Il FSE è istituito per tutti i cittadini assistiti.

Il Fascicolo Sanitario Elettronico del cittadino è molto importante (qui abbiamo riassunto 7 buoni motivi per attivarlo subito) e consente di avere un quadro chiaro ed esaustivo della storia clinica di ognuno di noi, facilitando sia la cura ordinaria, perché tutti i dati sono associati al FSE, raggiungibili in ogni momento ed in ogni luogo, evitando di dover portare con sé la documentazione cartacea, sia la cura in emergenza, consentendo, ad esempio, ad un medico di pronto soccorso di avere le informazioni necessarie per un corretto intervento in situazioni di emergenza.

Quali documenti contiene il Fascicolo Sanitario Elettronico

I documenti generati che costituiscono il FSE sono in parte obbligatori e fanno parte del cosiddetto “nucleo minimo”.

Altri sono invece documenti di tipo integrativo e servono ad arricchirlo: sono cioè facoltativi e dipendono dalle scelte compiute dalle istituzioni regionali e dal livello di maturazione del processo di digitalizzazione dei singoli documenti prodotti dagli ospedali.

I dati e i documenti obbligatori del FSE: il “nucleo minimo”

Il nucleo minimo dei dati e documenti del Fascicolo è costituito da:

  • dati identificativi e amministrativi;
  • referti;
  • verbali del pronto soccorso;
  • lettere di dimissione;
  • profilo sanitario sintetico;
  • dossier farmaceutico;
  • consenso o diniego alla donazione degli organi e tessuti.

Il Profilo Sanitario Sintetico (PSS)

Particolarmente importante all’interno del FSE è il Profilo Sanitario Sintetico (PSS) anche detto Patient Summary, una sorta di “carta d’identità sanitaria” redatta e aggiornata dal Medico di Medicina Generale (MMG) o dal Pediatra di Libera Scelta (PLS), che garantisce una continuità assistenziale e una migliore qualità di cura, soprattutto in situazioni di emergenza o in mobilità.

Al suo interno sono contenuti, oltre ai dati identificativi del paziente e del suo medico curante, tutte le informazioni cliniche che descrivono lo stato dell’assistito, come, ad esempio, la lista dei problemi rilevanti, le diagnosi, le allergie, le terapie farmacologiche per eventuali patologie croniche e tutte le indicazioni essenziali per garantire la cura del paziente.

In caso di variazione del MMG/PLS che ha in cura il paziente, il nuovo medico manterrà il PSS precedentemente creato o ne redigerà uno nuovo.

I dati e i documenti facoltativi del FSE

I dati e documenti integrativi del FSE invece sono:

  • prescrizioni (specialistiche, farmaceutiche, ecc.);
  • prenotazioni (specialistiche, di ricovero, ecc.);
  • cartelle cliniche;
  • bilanci di salute;
  • assistenza domiciliare: scheda, programma e cartella clinico‐assistenziale;
  • piani diagnostico‐terapeutici;
  • assistenza residenziale e semiresidenziale: scheda multidimensionale di valutazione;
  • erogazione farmaci;
  • vaccinazioni;
  • prestazioni di assistenza specialistica;
  • prestazioni di emergenza urgenza (118 e pronto soccorso);
  • prestazioni di assistenza ospedaliera in regime di ricovero;
  • certificati medici;
  • taccuino personale dell’assistito;
  • relazioni relative alle prestazioni erogate dal servizio di continuità assistenziale;
  • autocertificazioni;
  • partecipazione a sperimentazioni cliniche;
  • esenzioni;
  • prestazioni di assistenza protesica;
  • dati a supporto delle attività di telemonitoraggio;
  • dati a supporto delle attività di gestione integrata dei percorsi diagnostico‐terapeutici;
  • altri documenti rilevanti per i percorsi di cura dell’assistito.

I documenti dei soggetti che necessitano di maggiore tutela dell’anonimato

All’interno del Fascicolo Sanitario Elettronico potrebbero essere presenti alcuni dati e documenti sanitari e socio‐sanitari che sono soggetti a maggiore tutela dell’anonimato e che possono essere visibili solo con esplicito consenso dell’assistito, tenendo conto che, in caso di scelta dell’anonimato, non è ammessa l’alimentazione del FSE da parte dei soggetti che erogano le prestazioni.

Questi dati riguardano, ad esempio, persone sieropositive, donne che si sottopongono ad un’interruzione volontaria di gravidanza, vittime di atti di violenza sessuale o di pedofilia, persone che fanno uso di sostanze stupefacenti, di sostanze psicotrope e di alcool, delle donne che decidono di partorire in anonimato, nonché i dati e i documenti riferiti ai servizi offerti dai consultori familiari.

Cosa si può fare con il FSE?

Con il Fascicolo Sanitario Elettronico si può:

  • ritirare online i nostri documenti sanitari (referti, lettere di dimissione, verbali di pronto soccorso, ecc.) e le cartelle cliniche elettroniche richieste presso le ASST (Aziende Socio-Sanitarie Territoriali)
  • visualizzare il nostro percorso di presa in carico;
  • consultare le ricette elettroniche e ritirarne il promemoria online;
  • conoscere lo stato vaccinale dei nostri figli minorenni, e se siamo nati dopo il 1990, anche il nostro;
  • gestire prenotazioni per esami e visite specialistiche;
  • conservare online, tramite il taccuino personale, documenti riguardanti il nostro percorso di cura, e condividerli con gli operatori abilitati;
  • conoscere le eventuali esenzioni, per patologia e invalidità, a cui abbiamo diritto e autocertificare online un’esenzione da reddito.

La consultazione e l’integrazione dei dati e dei documenti presenti nel Fascicolo Sanitario Elettronico può avvenire esclusivamente previo consenso da parte dell’assistito e sempre nel rispetto del segreto professionale da parte dei medici che lo hanno in cura, salvo specifici casi di emergenza sanitaria per i quali sono previste procedure particolari.

Fascicolo Sanitario Elettronico, come richiederlo

Il cittadino che voglia attivare il proprio Fascicolo ha diverse modalità per farlo. Ogni Regione o Provincia autonoma può prevedere una o più procedure di attivazione (qui trovate le modalità adottate dalle singole Regioni o Province autonome).

Tra le possibili modalità di attivazione che le Regioni possono proporre al cittadino ci sono queste:

  • presso il Medico di Medicina Generale (MMG) o il Pediatra di Libera Scelta (PLS)
  • presso il personale delle strutture appartenenti al Servizio Sanitario Nazionale (SSN)
  • direttamente on-line tramite un portale dedicato e con le autenticazioni necessarie
  • presso sportelli dedicati al cittadino
  • in occasioni di eventi dedicati.

Qualunque modalità venga utilizzata è prevista la richiesta al cittadino di un esplicito e libero consenso, a seguito della presa visione dell’informativa completa.

Come e chi accede al Fascicolo Sanitario Elettronico

Una volta dato il consenso alla creazione del Fascicolo, l’assistito potrà accedervi tramite le credenziali e le modalità d’accesso stabilite dalla normativa e previste dalla Regione o Provincia autonoma di assistenza (come SPID, Carta Identità Elettronica e altre) ed iniziare a consultare la documentazione.

L’assistito potrà, in qualunque momento, modificare le indicazioni in merito a chi può consultare il proprio Fascicolo e cosa può essere consultato, senza alcuna conseguenza per l’erogazione delle prestazioni erogate dal Servizio Sanitario Nazionale e dai servizi socio‐sanitari.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE): cos’è e a cosa serve