Fondo ristorazione, il bonus fino a 10 mila euro per chi acquista Made in Italy

Stanziati 600 milioni di euro per sostenere la filiera del Made in Italy

L’emergenza Coronavirus ha messo in ginocchio interi settori, compresa la filiera del Made in Italy. Per questo motivo, per dare uno slancio alla produzione e sostenere gli imprenditori impegnati in questo comparto, il Governo ha stanziato 600 milioni di euro per il Fondo ristorazione, destinato al finanziamento di bonus fino a 10 mila euro per chi decide di acquistare italiano.

Fondo ristorazione, come funziona il bonus fino a 10 mila euro per chi acquista made in Italy

A stabilire i criteri e le modalità di gestione del Fondo ristorazione è arrivato il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze. Come si legge nel Decreto Interministeriale n. 9273293 del 27/10/2020: “Il Fondo per la filiera della ristorazione è finalizzato alla erogazione di un contributo a fondo perduto ed ha il fine di sostenere la ripresa e la continuità dell’attività degli esercizi di ristorazione ed evitare gli sprechi alimentari attraverso l’utilizzo ottimale delle eccedenze anche causate da crisi di mercato”.

Grazie a una dotazione di 600 milioni di euro, Il Fondo consente di richiedere contributi a fondo perduto da un minimo di mille fino a un massimo di diecimila euro per l’acquisto di prodotti 100% Made in Italy. Il bonus è riconosciuto per l’acquisto, effettuato dopo il 14 agosto 2020 e comprovato da idonea documentazione fiscale, di prodotti di filiere agricole e alimentari, inclusi quelli vitivinicoli, anche DOP e IGP.

Fondo ristorazione: come presentare la domanda

Le domande per avere accesso al Fondo ristorazione possono essere presentate attraverso il Portale della ristorazione dal 15 novembre 2020 al 28 novembre 2020 o presso gli sportelli degli uffici postali dal 16 novembre 2020 al 28 novembre 2020 negli orari di sportello.

Il Soggetto beneficiario otterrà il bonus solo se al momento dell’inserimento o della presentazione la richiesta di accesso al beneficio risulterà completa dei dati richiesti, compresa la copia del versamento dell’importo di adesione all’iniziativa di sostegno, effettuato tramite bollettino di pagamento, fisico o digitale. La stessa, infine, dovrà essere corredata dei documenti fiscali (fatture e documenti di trasporto) che certificano l’effettivo acquisto e la consegna dei prodotti Made in Italy.

Nel caso di insussistenza delle condizioni previste per la concessione dell’aiuto, il Ministero, per il tramite del Concessionario, provvederà a comunicare al beneficiario i motivi ostativi all’accoglimento della domanda.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fondo ristorazione, il bonus fino a 10 mila euro per chi acquista Made...