Nautica sempre più in salute, al via Salone di Genova

Sulla scia del futuro" è il claim di questa edizione che è quella "del consolidamento". Lo ha detto  ha detto il presidente di Confindustria Nautica Saverio Cecchi presentando l'evento

Più di mille imbarcazioni, 998 brand, 168 novità: con il tradizionale alzabandiera accompagnato dall’Inno di Mameli, sullo sfondo del passaggio del cacciatorpediniere della Marina Militare, Caio Duilio, ieri si è ufficialmente aperta  la 62esima edizione del Salone nautico di Genova  (fino al 27 settembre negli spazi della Fiera ) che consolida numeri importanti per il settore.

Una crescita record del 30% del fatturato 2021, secondo le stime e un export di imbarcazioni italiane nel mondo che da marzo 2021 ad aprile 2022 ha superato i 3,3 miliardi, il massimo storico. E i cantieri hanno ordini in alcuni casi fino al 2024.

Al via Salone Genova

“Sulla scia del futuro” è il claim di questa edizione che è quella “del consolidamento” ha detto il presidente di Confindustria Nautica Saverio Cecchi presentando l’evento. Gli spazi espositivi, oltre 200 mila metri quadrati, sono comunque aumentati complessivamente del 3,7% e in acqua del 5,2% . E sarà anche un Salone all’insegna della sostenibilità.

Un settore decisamente in salute, come conferma Saverio Cecchi, presidente di Confindustria nautica, parlando durante la cerimonia di inaugurazione del Salone Nautico internazionale di Genova. “La produzione è cresciuta del 31% toccando i 6 miliardi e 110 milioni con 27 mila addetti diretti. Gli addetti della produzione del 2021 sono aumentati del 10% e con la filiera raggiungono i 90 mila occupati” La nautica è dunque “il settore che in percentuale è cresciuto più di tutti gli altri settori. Un altro record è l’export della cantieristica con 3 miliardi e 370 milioni”.

Settore sempre più in salute

“La Liguria è la nautica o almeno un pezzo importante del settore, così come la nautica è la Liguria. Lo ha ricordato anche il sindaco di questa città che è parte della storia nautica d’Italia. Quando l’Italia è andata bene è perchè ha saputo aprirsi al mondo, andare per mare e guardare lungo sull’orizzonte. Credo sia esattamente quello che abbiamo fatto qui: se esiste un ‘modello Genova’, simboleggiato dal nuovo Ponte San Giorgio, esiste anche un ‘modello Liguria’ per come il Salone è cresciuto e ha saputo conquistarsi spazio negli ultimi anni”, dice il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti nel corso del suo intervento all’inaugurazione.

All’inaugurazione sono intervenuti il ministro del Turismo Massimo Garavaglia, quello delle Infrastrutture Enrico Giovannini, il presidente della Liguria Giovanni Toti e il presidente di Confindustria Carlo Bonomi.