Che differenza c’è tra infortunio e malattia

Che differenza c'è tra infortunio e malattia professionale? Si tratta di due concetti correlati ma non identici, anche se capita che tali termini siano utilizzati come sinonimi

Purtroppo capita di essere soggetti a infortuni sul lavoro o a malattie professionali; l’ente che si cura di tutte le problematiche correlate agli infortuni ed alle malattie causate dal particolare tipo di lavoro che si svolge è l’INAIL. Chiarire che differenza c’è tra infortunio e malattia professionale è cosa semplice: nel primo casa si tratta di un evento traumatico e repentino, che causa un problema di salute ad un lavoratore; nel secondo caso invece le condizioni di lavoro, i rischi di vario tipo ad esso correlati, le sollecitazioni cui si viene sottoposti durante la giornata lavorativa, hanno portato a sviluppare una patologia.

Gli infortuni sul lavoro purtroppo sono all’ordine del giorno, anche perché esistono particolari professioni che portano chi le svolge a rischiare quotidianamente, proprio nella loro sede lavorativa. In Italia si intende infortunio sul lavoro anche qualsiasi tipo di incidente intercorso nel tragitto da casa al lavoro, o tra più sedi lavorative se se ne svolgono diversi. Nel caso in cui un’azienda non disponga di appositi locali mensa, anche il rientro a casa in pausa pranzo è coperto dall’assicurazione contro gli infortuni. Si occupa di queste questioni l’INAIL, Istituto Nazionale per l’Asicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro. Nel caso in cui una persona subisca un danno che porta a non poter lavorare per più di 3 giorni, il datore di lavoro deve comunicare il fatto all’INAIL.

Le malattie professionali sono ben diverse dagli infortuni perché non si presentano in modo repentino, ma tendono a svilupparsi nel corso degli anni: mantenere una posizione innaturale, inspirare sostanze chimiche, maneggiare oggetti pesanti o contenenti particolari sostanze, sono tutte attività che possono causare il presentarsi di particolari malattie, a carico di qualsiasi organo e apparato. Esistono delle tabelle che indicano per ogni professione le malattie che si possono sviluppare nel corso dello svolgimento della giornata di lavoro; può però capitare di sviluppare una malattia non presente in tabella, la cui correlazione con il lavoro andrà dimostrata.

L’INAIL paga un indennizzo per chiunque sia soggetto ad un infortunio sul lavoro (che porti ad un’infermità superiore ai 3 giorni di durata) o a una malattia professionale. L’indennizzo è commisurato al grado di invalidità causato dalla problematica in questione. Tutti i lavoratori sono coperti da assicurazione professionale, anche chi lavora in casa.

Che differenza c’è tra infortunio e malattia
Che differenza c’è tra infortunio e malattia