Tria: “Quota 100? Era meglio la riduzione Irpef”

L'ex ministro dell'Economia ospite a "Che tempo che fa" parla della bocciatura della sua proposta per favorire Quota 100

L’ex ministro dell’Economia Giovanni Tria è tornato sulla sua proposta di ridurre l’Irpef che fu bocciata per portare avanti la riforma del sistema pensionistico con Quota 100.

Ospite della prima puntata di Che tempo che fa, Tria ha ribadito: “Al posto di Quota 100, avevo proposto la riduzione dell’Irpef con un piccolo aggiustamento, la famosa rimodulazione dell’Iva, fu rifiutato perché si decise di fare Quota 100“.

L’ex ministro ha poi parlato della connessione tra economia e questioni ecologiche: “Per affrontare i problemi dell’ecologia servono massicci investimenti – ha spiegato -. Quello di cui mi dolgo è che la battaglia per gli investimenti pubblici è appena iniziata in Italia, non è stata vinta, ma spero venga continuata. Senza investimenti, in tecnologie, in infrastrutture, non si correggono i problemi del clima”

In studio anche Carlo Cottarelli, che ha aggiunto: “C’è la questione molto grossa della tassazione dell’energia. Che in alcuni Paesi è ancora bassissima come negli Stati Uniti e in Giappone. La conseguenza è che si consuma molta più energia rispetto per esempio all’Europa”.

In collaborazione con Adnkronos 

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tria: “Quota 100? Era meglio la riduzione Irpef”