PROMO

Senza Schengen, pericoli per l’economia

L'introduzione di limitazioni alla libera circolazione dei cittadini rischia di avere conseguenze negative anche sull'integrazione economica. Le alternative per rafforzare la sicurezza

Sicurezza dei confini o capacità di spostarsi liberamente tra i paesi? È l’interrogativo che viene sollevato in questi giorni e che ha visto la proposta di una stretta al Trattato di Schengen sulla libera circolazione all’interno della Ue.
Carlo Altomonte, professore di politica economica europea alla Bocconi, in questo video sottolinea come tale limitazione si rifletterebbe anche sull’integrazione economica in Europa. Per non rinuciare però alla sicurezza servono due cose, spiega il docente: una forza di polizia europea che controlli i confini esterni e un meccanismo più trasparente di scambio di informazioni tra i paesi.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Senza Schengen, pericoli per l’economia