Wall Street Journal choc: “La stabilità di Letta? Quella dei cimiteri”

Il quotidiano finanziario americano duro sulle capacità dell'esecutivo di far fronte alle misure necessarie per l'Italia

La legge di stabilità varata dal governo Letta e ora alla verifica parlamentare degli emendamenti? Secondo il Wal Street Journal, che ha intrerpellato alcuni imprenditori italiani, l’unica stabilità che la ex finanziaria è in grado di assicurare è, letteralmente, quella dei cimiteri. Un giudizio sferzante che viene proprio dal quotidiano economico più ascoltato negli Usa e non solo, e che suona come una picconata all’esecutivo italiano.
 
18 MESI DI PARALISI – Il punto di vista del WSJ e degli imprenditori interpellati è quello che vede il rischio di una sostanziale paralisi governativa per i prossimi 18 mesi, a causa del semestre di presidenza italiana della Ue che scatterà nella seconda metà del 2014 e che è l’obiettivo nemmeno troppo nascosto del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Solo successivamente, salvo scossoni politici al momento poco probabili, si potrà tornare alle urne. Il timore degli imprenditori, quindi, è di trovarsi in una “stabilità da cimitero” per un altro anno e mezzo.
 
GLI SCENARI – Il quotidiano ha ipotizzato tre scenari di massima per i prossimi mesi: 1) il governo andrà avanti senza catene e realizzerà le riforme; 2) Matteo Renzi (e magari un Silvio Berlusconi decaduto) riescono a mettere nell’angolo il premier Enrico Letta costringendolo alle dimissioni; 3) Il premier riesce a spegnere Renzi, avvalendosi del sostegno del capo dello stato. Nella seconda e terza situazione, fa notare il WSJ, l’esecutivo andrebbe incontro a una paralisi inevitabile, simile a quella attuale. Una bocciatura bella e buona per l’esecutivo dopo le pesanti critiche già ricevute nelle scorse settimane dal Financial Times e la disillusione della stessa Bruxelles, che nei fatti ha bocciato la legge di stabilità varata dal governo Letta.
 
Wall Street Journal choc: “La stabilità di Letta? Quella dei cimiteri”
Wall Street Journal choc: “La stabilità di Letta? Quella dei&nb...