Trasporti pubblici, disagi a partire da giovedì

Le agitazioni coinvolgono sia il trasporto ferroviario sia quello urbano. Salve le fasce di garanzia

Da giovedì ci saranno difficoltà per chi usa i trasporti pubblici. A causa dello sciopero nazionale a sostegno della vertenza per il nuovo Ccnl della mobilità, proclamato dai sindacati nazionali per il personale del trasporto urbano e interurbano su gomma e per il personale ferroviario.

Il via all’agitazione alle ore 21 del 21 ottobre (ovvero giovedì) fino alle 21 di venerdì 22 ottobre.
Riguardo ai treni a media-lunga percorrenza, le Ferrovie segnalano che “saranno assicurati tutti i convogli elencati nell’apposita tabella A dei treni previsti in caso di sciopero nei giorni feriali e festivi, consultabile sull’orario ufficiale e sul sito web http://www.ferroviedellostato.it“.

Per i treni regionali, saranno garantiti i servizi essenziali nelle fasce orarie a maggiore mobilità pendolare nei giorni feriali (dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21). Informazioni: presso i punti informativi delle stazioni ferroviarie, nelle agenzie di viaggi convenzionate con Trenitalia, telefonando al numero 89.20.21 o consultando il giornale web delle ferrovie: fsnews.it.
Per quanto riguardo il servizio di trasporto pubblico nella città, valgono la solita regola delle fasce di garanzia: assicurate le corse sino alle 8,30 e dalle 17 alle 20. Servizio a rischio stop, invece, dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 a fine giornata. Inoltre, nella notte tra giovedì 21 e venerdì 22 ottobre le corse notturne dei bus potranno essere cancellate.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Trasporti pubblici, disagi a partire da giovedì