Le multe non si passano agli eredi

Il Codice della strada parla chiaro: si tratta di una "punizione" esclusivamente personale

Ricevere un’eredità non è sempre una fortuna. Tra i beni del cosiddetto de cuius (ovvero il defunto) possono nascondersi anche delle passività (ovvero dei debiti) che normalmente passano agli eredi. Ma non tutti i debiti hanno la stessa natura e le stesse sorti. Quelli con la pubblica amministrazione per le multe a seguito di infrazione stradale, per esempio, non entrano nell’asse ereditario, cioè nell’insieme dei beni e dei diritti del defunto.

Si tratta di una questione che può avere un certo peso in caso di sanzioni pesanti, magari aumentate da anni di mora (cioè di mancato pagamento). Ma questa volta la legge parla chiaro: l’articolo 199 del Codice della strada stabilisce testualmente che “l’obbligazione di pagamento a titolo di sanzione amministrativa pecuniaria non si trasmette agli eredi“.

Le colpe dei padri non ricadono sui figli

In seguito al decesso dell’autore di un’infrazione stradale gli eredi non sono tenuti, dunque, a pagare la sanzione pecuniaria dovuta. La “multa” infatti ha – secondo la legge – un carattere personale e “afflittivo” cioè, in altre parole, serve a “punire il colpevole” dell’infrazione, punizione che non può essere trasferita agli eredi. E’ un principio cardine derivato dal diritto penale: questo tipo di responsabilità sono  esclusivamente personale.

E’ un debito diverso da quello delle sanzioni civili – ad esempio l’obbligo risarcimento del danno a per un fatto illecito – che invece hanno un’altra finalità (il risarcimento del danno verso un terzo), nonché una funzione di deterrenza (cioè spingere il soggetto a un comportamento non lesivo sapendo che la responsabilità patrimoniale che ne deriva può passare ai suoi eredi).

Al di là della specifica norma di legge, è un generale principio di equità a portare alla stessa conclusione: se non fosse così si arriverebbe al paradosso che un automobilista modello che non ha mai violato il Codice e non ha mai preso una multa si troverebbe di punto in bianco a saldare il conto della guida indisciplinata di un suo congiunto scomparso.

Le multe non si passano agli eredi