Invalidità civile, le richieste si fanno online

Le domande possono essere inviate direttamente all’Inps. Dopo il nullaosta del medico competente

Dal 1° gennaio è possibile proporre le domande per il riconoscimento dello stato di invalidità, sordità, cecità civile, handicap e disabilità per via telematica. Direttamente all’Inps.

Il procedimento. Il cittadino va dal medico (sul sito dell’Inps sono indicati quelli accreditati) che compila la certificazione medica online e invia il certificato, consegnando sia la stampa firmata, sia la ricevuta di trasmissione con il numero di certificato.

Successivamente alla visita, il cittadino entro 30 giorni deve compilare la domanda online (sempre su http://www.inps.it) e abbinare il numero di certificato indicato sulla ricevuta di trasmissione rilasciata dal medico.
Alla fine della procedura è rilasciata la ricevuta dell’avvenuta ricezione: che va custodita.
L’Inps trasmetterà telematicamente la domanda alla Asl. Chi non è capace o non può collegarsi al web può chiedere aiuto ai patronati, alle associazioni di categoria o ai soggetti abilitati.

La procedura online ha numerosi vantaggi, accorcia i tempi, evita attese e code inutili. Diverso il discorso per chi non ha accesso a internet: in questo i casi i cittadini devono ricorrere a un aiuto, che a volte è costoso.

Invalidità civile, le richieste si fanno online